I contraffattori (Die Fälscher) è un film austro-tedesco di Stefan Ruzowitzky la cui storia è ispirata all’Operazione Bernhard, un’operazione segreta nazista durante la seconda guerra mondiale per stampare e inondare la Gran Bretagna di sterline inglesi false. Il film si concentra sul falsario Salomon Sorowitsch e il tipografo Burger che sono costretti a fare a falsificare monete per i tedeschi nel campo di concentramento di Sachsenhausen. La storia è basata sul libro autobiografico di Adolf Burger, un ebreo slovacco deportato, tipografo di professione e coinvolto nell’operazione.

Berlino 1936: Salomon “Sally” Sorowitsch, un falsario eccezionale, viene arrestato e mandato in un campo di concentramento. Nel 1942, lasciò Mauthausen e viene mandato a supervisionare una squadra di stampatori, illustratori, banchieri e tipografi, tutti ebrei, nel campo di Sachsenhausen per fare banconote false (sterline e dollari). Il gruppo è combattuto tra voler salvarsi la pelle collaborando e il desiderio di sabotare l’operazione nazista.