Ognuno ha il suo alibi è un film franco-italiano diretto da Mario Camerini, uscito nel 1960.

Tre coppie romane prendono il treno per Montecarlo: Franzetti, un giocatore impenitente, e sua moglie Eleonora; dei parrucchieri, i Capretti; e due poveri cittadini, Quirino e Giovanna Filonzi, che, dopo aver trovato un cagnolino, sperano di ricevere una ricompensa. Scoprono però che la proprietaria del cucciolo è stata appena assassinata. La paura di essere sospettati porta i coniugi Filonzi ad accumulare bugie. A tal punto che finiscono per essere accusati del crimine. La situazione non fa che peggiorare: i Capretti scoprono che la loro valigia ha ospitato il cadavere della signora, mentre Franzetti, avendo tradito di nuovo la moglie, fa una falsa confessione. Fortunatamente, la polizia sarà in grado di scagionarli. Ahimè, durante il viaggio di ritorno a casa, un altro omicidio irrisolto li metterà in imbarazzo…