Creato nel 1994, su richiesta del principe Ranieri III, dall’architetto paesaggista Yasuo Beppu (Grand Prix dell’Osaka Flower Show 90′), il giardino riflette i principi più rigorosi del concetto di pensiero Zen.

Il luogo è un invito a un viaggio esotico nella terra del sole nascente. Gli ospiti possono scoprire tutti gli elementi immutabili di un giardino giapponese come: piscine, isole, cascate, lanterne, ponti, casa del tè e un giardino Zen. Questo ambiente verde con ingresso gratuito è una ricca miscela di tradizioni giapponesi ed elementi mediterranei, frutto di una stretta collaborazione tra i giardinieri di Monaco e del Giappone. Così le siepi di bambù, le piastrelle (isola di Awaji), le lanterne di pietra e il legno utilizzato per le costruzioni (cancello, casa del tè,…) sono stati importati dal Giappone, mentre le piante, tutte di tipo mediterraneo (pini, olivi, melograni,…) sono state tagliate e lavorate per tre anni dal Maestro BEPPU, per dare loro un effetto giapponese. Inoltre, ogni anno il Maestro Beppu viene apposta dal Giappone per trasmettere le sue conoscenze e dare consigli ai giardinieri sulla cura delle piante.

Per quanto riguarda i blocchi di pietra, vengono dalla Corsica, dall’Alvernia e dalla valle della Tinée e costituiscono una cascata. Sono stati tutti scelti sul posto prima di essere installati secondo un piano preciso. E i più curiosi potranno scoprire le tradizioni giapponesi attraverso i pannelli esplicativi situati vicino ad ogni elemento notevole. Inoltre, la piscina ai piedi del padiglione permette di ammirare una collezione di carpe Koi, che si evolve pacificamente tra le ninfee e il loto. Gli orari sono: 9h /17:45 o 18:45 e variano secondo la stagione.