Il Balletto di Monte-Carlo ora è online, grazie a una piattaforma digitale. Lanciata il 5 gennaio, la piattaforma consentirà agli abbonati di seguire la vita quotidiana e le performance della compagnia di ballo, nonostante le restrizioni legate alla pandemia da Covid-19. L’occasione perfetta per scoprire il Balletto di Monte-Carlo da un’altra prospettiva.

In Principato, la transizione digitale ha dato vita a un “Netflix della danza”. Con un abbonamento di 5 euro al mese, i fan della compagnia adesso potranno intrufolarsi nelle vite dei ballerini. Per farlo, basta andare sul sito bmcstream.com.

Intervistato da Nice Matin, Jean-Christophe Maillot, coreografo e direttore del Balletto di Monte-Carlo dal 2011, ha dichiarato: “Questa piattaforma ci permette di avere una presenza internazionale, dato che la situazione potrebbe durare ancora a lungo”. Se così non dovesse essere “potremo continuare a utilizzarla senza che ci impedisca di andare a esibirci all’estero”.

Volevamo creare uno spazio in cui le persone potessero interagire con i nostri video e scegliere come desiderano guardarci con la nostra nuova funzione unica al mondo, la visualizzazione multi-telecamera

Jean-Christophe Maillot

L’obiettivo? Mostrare ciò che non viene mai mostrato

Tuttavia, Jean-Christophe Maillot non ha alcun dubbio, gli spettacoli dal vivo non verranno mai sostituiti da quelli digitali. Per dare vita alla piattaforma, si è affidato a due ex ballerini della compagnia, riconvertiti nel mondo del digitale: Quinn Pendleton ed Ediz Erguc, fondatori dell’agenzia digitale Équilibre con sede nel Principato. “Forse sto aprendo il vaso di Pandora, ma vorrei valorizzare di nuovo i ballerini, vorrei che potessero farsi conoscere anche come persone”.

>> VIDEO: Scoprite insieme a noi una delle migliori Accademie di danza del mondo