Dall’11 luglio al 19 agosto, il Grimaldi Forum Monaco accoglierà la mostra della collezionista Diane Venet. Da Salavador Dalí a Niki de Saint Phalle, passando per Roy Lichtenstein, l’esposizione raccoglie 180 gioielli di celebri artisti, che trasporteranno i visitatori in mondi diversi, dal surrealismo alla Pop Art.

Il suo primo bijoux d’artista è stata una spilla del pittore newyorchese Roy Lichtenstein, uno degli esponenti più emblematici della Pop art. La collezionista e appassionata d’arte Diane Venet ha raccolto oltre 200 gioielli d’artista, piccole opere d’arte dal valore che non si misura di certo in carati, ma più per la loro incredibile particolarità: “Un gesto d’affetto. Il gioiello d’artista, spesso pensato per una persona cara, è l’opera di pittori o scultori che non sono soliti realizzare oggetti del genere”, ricorda Diane Venet. Gioielli che la collezionista ama indossare e che finalmente potrà far conoscere al grande pubblico.

Opere in miniatura in mostra da Roubaix a Monaco

Da Roubaix a Seoul, passando per Miami, New York o ancora Venezia, la mostra della collezionista parigina ha riscosso un certo successo tra il pubblico internazionale. Quest’estate, l’esposizione si terrà a Monaco, per poi fare una sosta al centro culturale di Lussemburgo Cercle Cité. Alcuni pezzi saranno mostrati al pubblico per la prima volta, come il collier dello scultore cinese contemporaneo Wang Keping. Inoltre, alla collezione si è unita qualche piccola novità, come un anello in oro realizzato dall’artista americano Rashid Johnson o un braccialetto a opera della scultrice greca Sophia Vari.