Chiesa parrocchiale eretta nel centro del principato, la chiesa di Saint-Charles fu costruita dal principe Carlo III alla fine del XIX secolo per sostituire l’antica cappella di San Lorenzo.

Costruita a forma di croce latina, è una ricostituzione dello stile rinascimentale francese. La prima pietra fu posta il 9 novembre 1879 dal vescovo Charles Theuret. Poi, nel 1880, i lavori furono intrapresi sotto la direzione di Charles Lernormand, l’architetto al quale si deve anche la Cattedrale di Notre-Dame-Immacolata di Monaco e la Basilica di Notre-Dame di Nizza. L’inaugurazione ha luogo il 26 marzo 1883.

Qualche anno dopo, il 17 marzo 1887, la chiesa diventa una parrocchia. Ma viene consacrata solo il 9 novembre 1912, dal vescovo Arnal du Curel.

La sua facciata è sormontata da una torre campanaria con un campanile che raggiunge i trenta metri di altezza. Le due statue del portico d’ingresso, scolpite da Cordier, rappresentano San Carlo Borromeo e San Lorenzo. I visitatori possono ammirare la luce che attraversa le diciannove vetrate, ognuna delle quali è una vera opera d’arte.