Costruita inizialmente come chiesa gesuita all’inizio del XX secolo, la chiesa del Sacro Cuore di Monaco è diventata una chiesa parrocchiale nel 1965. Edificio religioso cattolico, la chiesa fa parte della parrocchia Sacré-Cœur Saint-Martin.

Situata nel quartiere “Les Moneghetti”, la chiesa è stata consacrata nel 2015. L’edificio religioso è dedicato al culto cattolico. La chiesa del Sacro Cuore era stata benedetta nel 1929, ma non era mai stata consacrata. Ottantasei anni dopo, l’edificio è ufficialmente proclamato cattolico dopo un progetto di ristrutturazione di diciotto mesi, iniziato nel 2013. Un ringiovanimento reso possibile grazie a una sovvenzione governativa e all’aiuto di molti devoti.

A livello architettonico, la chiesa è costruita intorno a una sola navata di 20 metri per 10 metri. Le pitture della volta coprono una superficie di quasi 500 m2. Restaurati nel 2013 da Pauline Lascourrèges, la volta è stata dipinta dal pittore italiano Franzoni nel 1930. Ci sono i quattro dipinti che rappresentano: l'”Ecce homo” di Pilato che presenta alla folla Gesù battuto e coronato di spine, le parole di Gesù “Lasciate che i bambini vengano a me”, la moltiplicazione dei pani e il peccatore perdonato.

Nel 2016, la chiesa si dota di un nuovo organo, proveniente dalla fabbrica Brondino Vegezzi-Bossi di Centallo (Cuneo). È benedetto dall’arcivescovo di Monaco, Mons. Bernard Barsi. Con 3 tastiere e 30 arresti, ha un suono romantico-sinfonico. Tuttavia, permette di suonare musica classica o contemporanea grazie alla vasta gamma di tastiere.