Il museo ospita le collezioni filateliche e numismatiche del Principe di Monaco. La Collezione Numismatica è incentrata sulle monete dei Principi Sovrani di Monaco e sui ritrovamenti monetari effettuati sul territorio del Principato nel XIXe secolo.

Una sala speciale, conosciuta come la Sala dei Francobolli Rari, ospita rarità filateliche e numismatiche, esposte dal museo durante prestigiose esposizioni internazionali. Infatti, ogni due anni, l’istituzione ospita l’evento mondiale “Monacophil”, che riunisce filatelisti (persone che collezionano francobolli) di tutto il mondo. Dal 2008, ogni tre o quattro anni, il museo ospita una prestigiosa mostra numismatica internazionale. A quest’esposizione partecipano la Biblioteca Nazionale di Francia (Parigi), il Museo d’Arte e di Storia di Vienna (Austria), la Monnaie de Paris, i Musei di Marsiglia e Lione, l’Archivio del Palazzo dei Principi, ecc.

Una delle caratteristiche speciali del museo è che non espone solo francobolli e monete, ma anche macchine e utensili, permettendo ai visitatori di capire il processo di fabbricazione nel XIX secolo. I primi francobolli monegaschi risalgono al 1885, ordinati dal principe Carlo III. Le prime monete monegasche furono create nel gennaio 1640 dal principe Honoré II. Poi, nell’ottobre 1643, Luigi XIV concesse a Honoré II la libera circolazione in Francia delle sue monete d’oro e d’argento, a condizione che fossero allineate con le corrispondenti monete francesi. Questa regola è stata adottata di nuovo nel 1865 per tutte le valute monegasche e tenuta fino alla creazione dell’euro, il 1° gennaio 2001.

Il museo di francobolli e monete è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17 (18 a luglio e agosto). Vi si possono acquistare prodotti filatelici e monetari del Principato.