Questo mese, il Principe Alberto e i suoi figli hanno assistito alla proiezione di due splendidi lungometraggi: “GOGO” e “Naïs au pays des loups”.

Si sa che le feste di fine anno sono un’occasione ideale per trascorrere un po’ di tempo in compagnia dei propri cari, magari davanti a un buon film. Qualora foste alla ricerca di qualche titolo meno “convenzionale”, rispetto ai consueti film natalizi già visti e rivisti, ecco due lungometraggi pienamente riusciti, apprezzati nientemeno che dal Principe Alberto e dai suoi gemelli.

Proiezione del film "Naïs au pays des loups" in presenza del Principe Alberto.
© Eric Mathon / Palais Princier

Ode alla natura e all’istruzione

“GOGO”, diretto da Pascal Plisson, è stato proiettato al Grimaldi Forum di Monaco per celebrare l’anniversario della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia. Il film narra l’incredibile storia della “studentessa più anziana della Terra” (“gogo” significa infatti “nonna” in swahili), la quale ha deciso di tornare fra i banchi di scuola alla venerabile età di 90 anni.

Questo docu-film è uno splendido messaggio in favore dell’istruzione raccontato dal punto di vista delle ragazze keniote, ancora vittime di matrimoni forzati e a cui troppo spesso viene negato l’accesso alle scuole.

Altro film da non perdere è “Naïs au pays des loups” (Naïs nella terra dei lupi, ndt), documentario che ha ricevuto il sostegno della Fondazione Principe Alberto II di Monaco grazie all’Iniziativa Uomo – Fauna Selvatica. Il film è stato proiettato il 14 dicembre al Cinéma des Beaux-Arts, in presenza del Principe Alberto e dei suoi figli.

È la storia di un padre (Rémy Masséglia, il regista) che trascorre due anni nella natura incontaminata del Parco Nazionale del Mercantour insieme alla figlia Naïs, che oggi ha solo quattro anni. Il film ripercorre questo viaggio entusiasmante nella terra dei lupi…