La dottoressa Regine Muradian ha scritto tre libri per aiutare i bambini a gestire le proprie emozioni.

Cosa possiamo fare per aiutare i bambini a comprendere la situazione singolare che stiamo vivendo e che genera parecchio stress? La psicologa clinica Regine Muradian sembra avere la risposta.

“Quando è scoppiata la pandemia, abbiamo dovuto pensare a nuovi modi di fare i consulti e di aiutare i bambini. È così che è nato Franky”, racconta Regine. La penna della giovane psicologa dà vita al personaggio di Franky, un bambino che deve gestire le sue emozioni, in un libro intitolato Franky et les abeilles de l’inquiétude (Franky e le api dell’ansia). Gli insetti rappresentano tutti i pensieri negativi che possono attraversare la mente dei più piccoli. Durante la lettura, i giovani lettori sono invitati a scrivere le loro preoccupazioni e a trasformarle in affermazioni positive.

È subito un successo! E così, in aiuto a Franky arriva presto una bambina, Francine, pronta ad aiutare i piccoli lettori a scoprire le loro migliori qualità e a smetterla di confrontarsi con gli altri.

© DR

Esprimere le proprie emozioni

Regine ha vissuto diversi anni a Monaco prima di trasferirsi a Los Angeles. Non è stato un caso, quindi, che abbia deciso di contattare il Principato per discutere del suo lavoro.

“A settembre 2021, ho presentato Franky a un evento in collaborazione tra la Médiathèque de Monaco e la Princess Grace Irish Library. Ho letto il libro in francese e in inglese e sono rimasta stupita di vedere i bambini così attenti e coinvolti. È stato incredibile vedere tutti questi bimbi parlare delle proprie emozioni”, racconta la psicologa. Due mesi dopo, è stato il turno della sua vecchia scuola, Institution François d’Assise-Nicolas Barré, di ospitarla per una lettura rivolta a studenti e insegnanti che hanno ascoltato con attenzione.

regine-muradian-principessa-carolina
Regine Muradian ha presentato Franky alla Médiathèque de Monaco © DR

“Gli insegnanti erano stupiti di vedere quante domande avessero gli studenti… Pensavano che andasse tutto bene, finché i bambini non hanno iniziato a dare voce alle loro ansie. I problemi a casa con i genitori, il covid… Ho proposto di fare una fotocopia di una pagina dei libri così che ogni bambino potesse scrivere le sue emozioni”.

Regine Muradian offre anche dei video in inglese e l’accesso gratuito al suo sito internet, così da aiutare gli insegnanti a gestire l’ansia degli alunni.

I libri, consigliati per bambini dai cinque anni in su, sono disponibili sia in francese che in inglese.

Identificare i segnali e trovare una soluzione

Grazie al confronto con il personaggio Franky e al coinvolgimento dei genitori, i libri consentono ai bambini di tirare fuori i propri sentimenti e discuterne.

Inoltre, Regine ha stilato una lista con i possibili segnali di ansia o depressione da tenere sotto controllo:

  • Paura di legare con gli altri
  • Isolarsi nella propria stanza
  • Cambiamenti nell’appetito (in quantità superiori o inferiori)
  • Rifiuto categorico di fare i compiti
  • Mal di stomaco
  • Procastinazione
  • Cattivo umore, irritabilità
  • Cambiamento improvviso o perdita degli amici improvvisa
  • Voti in calo / Rifiuto di andare a scuola
  • Scarsa attenzione / Difficoltà di concentrazione

“I genitori possono essere d’aiuto”, rassicura la psicologa. “Se si riscontrano questi segnali, bisogna prima di tutto stabilire degli obiettivi realizzabili. Quello principale è aiutare i bambini a rimettersi in sesto e a ritrovare la concentrazione. Possiamo per esempio fare delle sessioni di meditazione, per gestire lo stress, o evitare il più possibile le crisi e parlare a voce bassa. Dobbiamo soprattutto ricordarci che i nostri figli non devono essere perfetti, non dobbiamo mai imporre standard troppo alti”.