La bottiglia di ketchup fa parte in realtà di una delle mostre più intriganti.

Nei giardini del Casinò è stata da poco installata un’enorme bottiglia di ketchup che sicuramente non passa inosservata. Come mai si trova lì?

La risposta è molto semplice: si tratta di un’opera d’arte e in particolare della scultura Daddies Tomato Ketchup Inflatable dell’artista Paul McCarthy che fa parte di una mostra più ampia. Quest’ultima raccoglie diverse opere dell’artista in una rassegna del suo lavoro situata nel cuore del Principato.

Non conoscete Paul McCarthy? È l’artista dell’albero di Natale che era stato collocato a Place Vendôme a Parigi nel 2014. Quest’albero a forma di plug anale aveva fatto molto parlare di sé. L’opera era poi stata rimossa pochi giorni dopo.

La scultura esposta a Monaco è sicuramente più consensuale e mette in discussione il consumismo sfrenato della nostra epoca.

Una mostra che fa riflettere

Le opere più discusse sono esposte nella galleria d’arte contemporanea Hauser & Wirth. Quest’estate la galleria ospita la mostra “Pirates Stew Pot” nella quale Paul McCarthy mostra tutto il suo repertorio con l’obiettivo di far riflettere.

paul-mccarthy-casino-monaco-hauser-&-wirth-compressed
© Direzione della Comunicazione / Stéphane Danna

Avidità, commercializzazione estrema, ostentazione sociale e sadismo sono solo alcuni degli aspetti della nostra società che vengono esplorati e criticati attraverso le sculture. La mostra spesso inquietante, con diversi riferimenti a sangue e genitali, è un’allegoria della società odierna. Sarà possibile visitarla fino al 27 agosto.

mostra-paul-mccarthy-monaco
© Direzione della Comunicazione / Stéphane Danna

Maggiori informazioni: Hauser&Wirth