Mentre due casi positivi sono stati rivelati a Montecarlo giovedì 19 marzo e un nuovo caso rivelato venerdì 20 marzo, il primo caso positivo di coronavirus identificato il 28 febbraio è ora ufficialmente guarito.

 

Giovedì 19 marzo le autorità sanitarie del Principato di Monaco sono state informate che le analisi di due campioni sono risultate positive al COVID-19. Venerdì 20 marzo un altro caso è stato rivelato. Questo porta il numero di persone colpite dal coronavirus a 12. Secondo il governo monegasco, è stata avviata un’indagine epidemiologica per conoscere i movimenti di queste persone negli ultimi giorni e per identificare i contatti mantenuti.

Il governo ha anche annunciato che il primo paziente contagiato da coronavirus identificato il 28 febbraio è stato ufficialmente guarito.

 

Il Principe Alberto II di Monaco è positivo al COVID-19

Il Principe Alberto II di Monaco è positivo al coronavirus, secondo un comunicato stampa del Palazzo Principesco pubblicato giovedì alle 15.35. Il sovrano è il primo capo di Stato al mondo ad essere colpito dal virus. “Il suo stato di salute non ispira alcuna preoccupazione. Il Principe Sovrano è seguito da vicino dal suo medico curante e dagli specialisti del Centro Ospedaliero Princess Grace. Il Principe Alberto continua a lavorare dall’ufficio nei suoi appartamenti privati; è in contatto permanente con i membri del suo gabinetto, con il suo governo e con i suoi più stretti collaboratori.”

“Voglio rassicurare tutti. Non sono su un letto d’ospedale (tocchiamo ferro). Continuo a lavorare in modo ragionevole, naturalmente, non farò più del necessario, ma bisogna vivere il più normalmente possibile anche se si è confinati”, ha detto il Principe Alberto II in un’intervista esclusiva con Monaco Matin.

 

Quanto tempo ci vuole per guarire?

Pochi giorni, se si tratta di una forma leggera che guarisce da sola. Con una forma leggermente più grave con problemi respiratori e ricovero in ospedale, il paziente di solito guarisce in 10-12 giorni. Allo stesso tempo, forme molto gravi possono richiedere fino a 20 giorni di rianimazione. La stragrande maggioranza delle forme del COVID-19 rimane leggera, circa l’80-85%. Tuttavia, il tasso di mortalità è attualmente stimato al 2%, che è 20 volte superiore a quello dell’influenza.

 

Il governo monegasco ribadisce la necessità di osservare le misure precauzionali:

  • Lavarsi le mani molto regolarmente
  • Salutare senza stringere la mano ed evitare gli abbracci
  • Mantenere una distanza minima di almeno un metro da qualsiasi altra persona
  • Tosse o starnuti nel gomito o in un fazzoletto usa e getta
  • Utilizzare tessuti usa e getta