Mentre la Francia ha imposto il lockdown nazionale, Monaco continua con un coprifuoco meno drastico. Ma cosa dicono i numeri?

Il 15 novembre, Monaco ha registrato 3 nuovi casi di coronavirus, che hanno portato il numero totale a 548. 21 pazienti sono temporaneamente ricoverati presso il Centro Ospedaliero Principessa Grace, di cui 5 in terapia intensiva. In ogni caso, di questi 21, solo 10 sono residenti di Monaco. 66 persone, invece, sono in autoisolamento, mentre il numero complessivo di guariti è salito a 450.

Test antigenici disponibili nelle farmacie

Ora che Monaco ha messo a disposizione i test antigenici, che danno il risultato in meno di 30 minuti, il numero di tamponi è notevolmente salito, insieme al numero di positivi.

I test antigenici sono reperibili in farmacia e presto saranno effettuati anche nei diversi studi medici.

Il coprifuoco resta la soluzione migliore

I membri del governo che hanno partecipato all’incontro decisivo hanno sottolineato come il coprifuoco rimanga la soluzione migliore per tenere sotto controllo la diffusione della Covid-19: consente infatti di proteggere la popolazione senza gravare eccessivamente sull’economia. È stato inoltre annunciato che verranno intensificati i controlli per assicurare l’utilizzo della mascherina nei luoghi pubblici, anche tra i più giovani.

Ancora sostegni economici

In risposta all’impatto sociale ed economico della crisi sanitaria, “il Governo e il Consiglio Nazionale hanno concordato sull’importanza di continuare a erogare un sostegno economico”, come ha dichiarato il governo in conferenza stampa.

Questo sostegno sarà valido anche per le aziende colpiti dalla crisi sanitaria.