Il pugile monegasco ha debuttato nel mondo professionale con il piede giusto, con una vittoria all’unanimità contro l’argentino Ezequiel Gregores.

Non poteva fare debutto migliore. Per il suo primissimo combattimento da professionista nella categoria pesi welters, Hugo Micallef ha avuto un inizio di carriera sfavillante sul ring centrale dei Roland-Garros. A 23 anni, il pugile che quest’estate ha firmato con l’agenzia americana Top Rank Boxing ha portato a termine quattro round eccezionali intascando la sua prima vittoria.

Il pupillo di Carlos Formento non ha lasciato alcuna chance al suo avversario. L’incontro ha aperto una serata importante, in cui il pugile francese Tony Yoka ha vinto il suo undicesimo match come professionista nella categoria pesi massimi.

La prima di tante vittorie

“Sono felice di aver vinto ai Roland-Garros per il mio primo match nei professionisti”, si rallegra il monegasco alla fine del combattimento. “È stato un momento unico. Ma la cosa più difficile, ora, è mantenere il livello”.

Con questo primo successo, Hugo Micallef ha dimostrato di aver digerito il fatto di non essersi qualificato agli ultimi Giochi olimpici di Tokyo, nonostante gli allenamenti intensivi durati diverse settimane alle Canarie. Il pugile monegasco continuerà ancora la sua formazione a Gran Canaria, nell’attesa di un altro incontro che potrebbe tenersi entro la fine dell’anno.

Travel Club Monaco