Misure sanitarie, monegasco come nuova materia e persino un robot in classe.

Isabelle Bonnal, Commissario generale addetta alla direzione dell’Istruzione nazionale, della gioventù e dello sport, ha illustrato il rientro scolastico, che partirà dal 6 settembre 2021, ancora sotto la morsa del Covid-19.

Le misure sanitarie saranno sempre le stesse, privilegiando le lezioni in presenza. Per quanto riguarda le regole di base, gli alunni dovranno rispettare i gesti barriera e la distanza interpersonale. Per gli studenti dalla prima elementare in su è obbligatorio anche l’uso della mascherina.

In caso di contagio in una classe della scuola materna, questa sarà temporaneamente bloccata. Al contrario, nella scuola primaria, saranno necessari tre casi confermati per far partire un’inchiesta epidemiologica a partire da, che determinerà l’eventuale chiusura della classe.

Per quanto riguarda la vaccinazione, la Bonnal ci ha tenuto a rassicurare che “non abbiamo imposto la vaccinazione al momento (…) per gli alunni, i professori e il personale”.

Travel Club Monaco

Un robot in classe

Oltre ai “risultati eccellenti che rendono onore al Principato”, la Commissaria vuole andare ancora più lontano con un rientro che porta con se non poche innovazioni.

Tra queste, c’è l’inaugurazione di un robot di “telepresenza” per gli alunni in convalescenza. Il dispositivo permetterà agli studenti di mantenere i contatti con i compagni e di seguire il programma. “È difficile restare a casa o in ospedale”.

Un altro punto che Isabella Bonnal ha a cuore è l’apprendimento delle lingue. Gli alunni delle classi europee avranno la possibilità di studiare matematica, fisica e chimica in inglese. Inoltre, il monegasco “che a lungo termine diventerà obbligatorio fino alla fine del liceo”, si inizierà a studiare dal 4° anno per un’ora ogni quindici giorni.