Da lunedì 29 novembre 2021 potrete scoprire tre mostre assolutamente da non perdere.

“Artik Circle” all’Espace 22 – Quest’inverno, la bellezza dei ghiacciai dell’Artico è la protagonista d’onore. Il fotografo Olivier Anrigo ci svela il risultato di 5 anni di lavoro, svolto per sensibilizzare il pubblico su quanto i territori polari abbiano da offrire e, soprattutto, sulla necessità di combattere il riscaldamento climatico. Questi scatti magnifici mostrano la severità, ma anche la delicatezza e la fragilità, dell’Artico e dei suoi abitanti.

Da vedere fino al 25 febbraio, Boulevard d’Italie 24.

“Tremblements” a Villa Paloma – Il tema che ha ispirato l’ultima mostra del Nuovo Museo Nazionale di Monaco è ricco e suggestivo. La mostra racchiude le opere di 17 artisti contemporanei: fotografie, sculture, installazioni, video, dipinti… “Tremblements” ci riporta a quel movimento perpetuo a cui sono inevitabilmente soggetti il nostro mondo e le sue società.

Da vedere fino al 15 maggio, Boulevard du Jardin Exotique 56. 

“La montagne retrouvée” alla Galerie des Pêcheurs – Si tratta, prima di tutto, di un omaggio alle vittime e agli abitanti delle valli distrutti dalla tempesta Alex. Jean-Pierre Debernardi, Presidente dell’Associazione Art Photo Monaco, è stato particolarmente colpito dalle conseguenze di questi terribili nubifragi avvenuti a ottobre 2020. Così, ha deciso di fotografare i paesaggi di questi territori, per mostrare l’incredibile resilienza della natura e dare un messaggio di speranza agli uomini. Le foto sono state scattate in occasione di diverse escursioni nell’entroterra.

Dall’1 dicembre al 2 gennaio, Avenue Saint-Martin 4.