La Place d’Armes, nel cuore del Principato, è una perla che ha resistito alla prova del tempo ed è motivo d’orgoglio per i monegaschi: una piazza dove si mescolano pasta italiana, socca e barbagiuan, caratterizzata da un forte spirito comunitario. Dopo aver esplorato il mese scorso la Piazza Joséphine Baker, Monaco Tribune prosegue la rubrica dedicata ai quartieri monegaschi spostandosi nella Condamine.

Se c’è un luogo che può essere considerato il simbolo della vita monegasca, è proprio quello in cui ci troviamo: la Place d’Armes. Una destinazione da non perdere nel cuore del quartiere della Condamine, amata dai frequentatori abituali e affascinante per i suoi visitatori. Tutto l’opposto della Monaco di Monte-Carlo, grazie allo stile provenzale e ai prezzi accessibili.

“È l’unico posto di Monaco dove si parla ancora francese e anche un po’ di monegasco”, commenta un’utente su Facebook sotto il video dell’intervista di quartiere alla Condamine. La stessa sensazione è condivisa anche dagli habitués del luogo. “Amo questo posto, è semplicemente autentico”, ha affermato una cliente del mercato, incontrata all’ora di pranzo. Il marito ha aggiunto: “[Il cibo] è buono, e il quartiere è bello.”

>>LEGGI ANCHE: La lingua monegasca resta ancora in vita

Al giorno d’oggi, la Place d’Armes è conosciuta principalmente per il mercato, presente dal 1880. Frutta e verdura al mattino, barbagiuan e aperitivi la sera rendono la piazza un luogo centrale per lo stile di vita monegasco. Ci troverete il Mercato della Condamine, i ristoranti nella zona del mercato coperto, i grandi dehors dei locali sotto i portici, il parco giochi per bambini e… un albero di Natale.

È un luogo così centrale che, il 22 novembre, sarà proprio dalla piazza del Mercato della Condamine che si accenderanno le luminarie di tutta la città in vista delle feste di fine anno.

L’albero di Natale nella Place d’Armes © Simon Zwierniak

Quando c’era un parcheggio…

Nel linguaggio popolare, la “Place d’Armes” ossia “piazza d’armi” indicava “il luogo di raccolta di una truppa di dimensioni ridotte e uno spazio centrale atto ad accogliere le cerimonie importanti della vita militare”. Caratteristiche che si possono riscontrare ancora oggi, in particolare con la presenza della stazione di polizia.

piazza-place-darmes-mercato-condamine-carbinieri-del-principe
I carabinieri del Principe di Monaco nella Place d’Armes © Collezione Jean-Paul Bascoul

Il quartiere della Condamine è stato progressivamente urbanizzato a partire dal XX secolo ed è stato poi designato come uno dei tre comuni del Principato nella Costituzione monegasca del 1911. Prima, la zona era verdeggiante, la piazza era costellata di giardini e serviva da collegamento tra la Rocca, la strada per la Turbie e la strada per Nizza.

Negli anni seguenti, la piazza ha mantenuto questa funzione di spazio di transizione: vi si trovavano una fermata del tram, una del bus e un parcheggio lungo i portici.

La Place d’Armes negli anni ’20 © Collezione Jean-Paul Bascoul

Una piazza accogliente

La Condamine, o “condominium” in latino, ossia “dominio comune”, non ha perso questo spirito di comunità. Se nel passato, la gente passava per comprare il tabacco o per prendere il tram, oggi si ferma qui a pranzare o a prendere un caffè.

Malgrado le trasformazioni che la piazza ha subito nel corso degli anni, l’essenza di questo luogo di ritrovo per i cittadini non si è affatto persa.

La Place d’Armes e il Mercato © Collezione Jean-Paul Bascoul