Il pilota monegasco si è classificato settimo in questo Gran Premio un po’ movimentato, con un testa a testa tra Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull), in cui Hamilton ha avuto la meglio.

Quarto sulla griglia di partenza, Charles Leclerc (Ferrari) ha concluso il Gran Premio di Arabia Saudita in settima posizione, appena davanti al suo compagno di squadra Carlos Sainz (Ferrari), non senza rimpianti.”Pensavo che la safety car sarebbe stata una benedizione, poi c’è stata la bandiera rossa, che ci ha fatto perdere parecchie posizioni”, ha spiegato il pilota dopo la gara. “E quando siamo ripartiti, con le hard, ho avuto parecchi problemi…”

A una gara dalla fine, Leclerc è al quinto posto nel campionato del mondo

In un Grand Prix con ben due bandiere rosse, a seguito di due uscite di pista impressionanti, i piloti hanno dovuto ricominciare la gara diverse volte, con tre partenze in totale. Questo non ha sicuramente giovato al pilota monegasco. “Ogni volta perdevo posizioni con le hard, e dopo ho cercato di riprendere quello che avevamo perso. Ma non è stato abbastanza”.

Con un settimo posto finale, Charles Leclerc ha perso l’opportunità di arrivare nella top 5: “È un peccato perché c’era il potenziale per fare meglio“, ha detto. Un settimo posto che ha comunque permesso a Leclerc di aggiudicarsi la quinta posizione nel campionato del mondo (158 punti), a una gara dalla fine.

Per la scuderia Ferrari (307,5 punti), il terzo posto nel campionato costruttori sembra garantito, salvo spiacevoli sorprese (McLaren, quarta, con 269 punti). Lewis Hamilton e Max Verstappen sono a pari merito (369,5 punti), nell’attesa dell’ultimo Gran Premio della stagione, che si terrà ad Abu Dhabi il prossimo fine settimana.