Mercoledì sera, nella 19ª giornata di Ligue 1, l’AS Monaco ha battuto lo Stade Rennais 2-1 al Louis II.

La partita: 2-1

Che bella notizia per l’AS Monaco. Battendo un diretto concorrente in lizza nel campionato europeo e per il podio, gli uomini di Niko Kovac hanno concluso alla grande questa prima parte di stagione. Un buon motivo per andare in vacanza in tutta tranquillità. In una partita combattuta e piacevole in termini di gioco, il Monaco è stato preso alla sprovvista nel primo tempo da Martin Terrier, che ha segnato dopo un perfetto uno-due con Gaëtan Laborde (0-1, 16′).

Ma prima dell’intervallo, Wissam Ben Yedder ha ridotto il distacco pareggiando dal dischetto dopo un fallo di mano in area di rigore (1-1, 35′). Al ritorno dagli spogliatoi, entrambe le squadre hanno avuto le loro occasioni, ma è stato l’AS Monaco ad avere l’ultima parola grazie a un colpo di testa di Kevin Volland su un servizio perfetto di Sofiane Diop (2-1, 72′). Un gol importante, che ha permesso all’ASM di guadagnare i tre punti contro una delle squadre più interessanti di questa prima parte della stagione.

In classifica, i compagni di squadra di Wissam Ben Yedder salgono al sesto posto, a tre punti dal podio.

La performance: “Yederland” il ritorno!

Segnando il decimo gol della stagione in campionato, Wissam Ben Yedder è salito al secondo posto nella classifica dei cannonieri della Ligue 1, dietro Jonathan David (12 gol). L’internazionale francese è stato prezioso nelle ultime settimane, centrando un rigore importante che ha riportato l’ASM in carreggiata dopo un inizio partita complicato.

© AS Monaco

Il suo fidato partner d’attacco, Kevin Volland, ha invece permesso all’AS Monaco di accaparrarsi tutti e tre i punti con un gol di testa, il suo quinto della stagione. Forse l’incredibile “Yederland” è definitivamente tornato? Sarà pronto a dare il meglio in Ligue 1 nel 2022 come nella scorsa stagione?

Il numero: 10

Come il numero di partite consecutive senza sconfitta giocate al Louis II dall’AS Monaco (7 vittorie, 3 pareggi). L’ultima disfatta risale all’11 settembre contro l’Olympique de Marseille (0-2).

La dichiarazione: “Possiamo andare in vacanza con il sorriso sulle labbra”

Aurélien Tchouaméni: “Siamo stati presi alla sprovvista dall’intensità con cui il Rennes ha giocato a inizio partita. Ma siamo stati in grado di reagire facendo affidamento sui nostri punti di forza e andando più in alto. Eravamo ancora in corsa nonostante la sconfitta contro il Paris Saint-Germain. Qualificandoci per i sedicesimi di finale della Coppa di Francia e vincendo stasera, siamo riusciti a risollevarci. Stiamo migliorando sempre di più. È di buon auspicio per il 2022. Possiamo andare in vacanza con il sorriso sulle labbra”.

In tribuna: omaggio a Dmitri Rybolovlev e ai fan club del Club dei tifosi

In questa partita dedicata ai tifosi, lo stadio Louis II si è riempito di famiglie: erano presenti 1.500 bambini pronti a sostenere i Rossobianchi. Sugli spalti, i cappelli di Natale erano dappertutto, con i tifosi del Monaco arrivati al Louis II da tutta la Francia e dall’Italia, sotto lo sguardo attento del Principe Alberto II.

“Dèij’ani Merçì Presidente”, ovvero “10 anni, grazie Presidente” in monegasco © AS Monaco

Invitati dal club, i membri delle tredici filiali del Club dei tifosi dell’AS Monaco hanno tifato con orgoglio fin dal calcio d’inizio, mettendo in mostra anche uno striscione di ringraziamento per Dmitri Rybolovlev e i suoi dieci anni alla guida del club. Una vera e propria dichiarazione d’amore da parte do utti i tifosi monegaschi al loro presidente.

LEGGI ANCHE: INTERVISTA. Per i 10 anni di presidenza di Dmitri Rybolovlev, Laurent Maire ha ripercorso con noi il viale dei ricordi