Pubblicità »
Notizia

Sempre più meduse avvistate sulle spiagge della Costa Azzurra

meduse-pelagique
La Pelagia noctiluca è una medusa urticante molto comune nel Mar Mediterraneo e sulle spiagge della Costa Azzurra. © Facebook / Carole Chenu

Troviamo soprattutto la medusa pelagica, molto diffusa nel Mediterraneo. Entrare a contatto con i suoi filamenti provoca prurito e una sensazione di bruciore.

Ogni anno, il laboratorio ACRI di Sophia-Antipolis elabora una mappa in tempo reale per fornire informazioni sulla recente presenza di meduse nei pressi di una spiaggia. La mappa è disponibile come applicazione per smartphone e spetta ai bagnanti stessi contribuire ad aggiornarla regolarmente. Nelle ultime 48 ore, da Villefranche-sur-mer a La Seyne-sur-Mer, le meduse sono riapparse vicino a una quindicina di spiagge. Nelle ultime 24 ore non ne è stata avvistata neanche una a Monaco.

Pubblicità
Nizza, Fréjus, Sainte-Maxime, Antibes, Cannes… Le meduse sono ricomparse numerose in molte città della costa. © Schermata mappa ACRI

Fate attenzione in acqua!

Come comportarsi in caso di puntura di medusa?

Anche facendo attenzione, può capitare di essere punti da una medusa. In questo caso, ci sono tre cose importanti da fare, come indicato dai vigili del fuoco delle Alpi Marittime:

  • Rimuovere i filamenti rimasti sulla pelle con una pinzetta o raschiando della sabbia bagnata.
  • Sciacquare la ferita con acqua di mare, non con l’acqua della doccia, che riaccende il dolore.
  • Disinfettare con un antisettico

Ecco anche alcune cose da non fare in caso di puntura:

Pubblicità »
  • Non applicare alcool
  • Non succhiare il veleno
  • Non urinare sull’ustione per evitare una sovrainfezione

Il rischio maggiore è quello di reazioni allergiche. Se avvertite difficoltà respiratorie, vertigini, vomito o se la persona punta si sente male, chiamate immediatamente i soccorsi al numero 15 (SAMU) o 18 (vigili del fuoco).

Privacy Policy