Primo giardino pubblico aperto del Principato, fu costruito nel 1816 su un terreno abbandonato per dare lavoro agli abitanti, quando la carestia colpiva il Principato.

In origine, i giardini di Saint-Martin erano un giardino tipicamente mediterraneo, punteggiato di pinete, lecci, mirti, pistacchi… Poi fu completato con specie esotiche acclimatate al sito. Oggi, i suoi vicoli tortuosi e ripidi seguono la parete rocciosa e offrono molti luoghi di riposo per gli escursionisti. Al centro del giardino, i visitatori possono anche godere di una pausa rinfrescante in piscina.

Nascosto in fondo alla strada, tra il Museo Oceanografico e la Cattedrale, questo ambiente verde offre agli escursionisti tante sorprese quanto le viste eccezionali del “Big Blue”. Tra piante e sculture eccezionali, l’armonia regna in questo sito che unisce arte e botanica. Inoltre, su un promontorio di fronte al Mar Mediterraneo, i visitatori possono scoprire una statua di bronzo, realizzata dall’artista Francois Cogne, del Principe Alberto I “Il Principe Navigatore”.