Il giardino Boulingrins “alla francese” offre una magnifica vista sulla piazza del Casinò.

Il giardino è creato per alleviare problemi di risorse finanziarie del Principato dopo la perdita, nel 1848, delle città di Mentone e Roquebrune. Così, su consiglio dell’imprenditore François Blanc, il principe Carlo III di Monaco decise di fare della rocca di Spélugues un luogo di vacanza e di gioco per la nobiltà e l’alta borghesia europea. Il casinò apre le sue porte nel 1863, l’Hotel de Paris Monte-Carlo un anno dopo. E nel 1866, l’altopiano delle Spélugues diventa Monte-Carlo, in onore del principe sovrano.

Nel corso del tempo, i giardini hanno subito molte trasformazioni. L’ultimo progetto è stato completato nel 1989, dopo la costruzione di un parcheggio sotterraneo tagliato nella roccia e coperto da una lastra di cemento. È su quest’ultimo che gli attuali giardini sono stati ideati. Offrono ai visitatori una piacevole passeggiata tra le fontane e le aiuole. Durante i lavori per la distruzione del Winter Sporting, le palme, gli alberi e le piante di questo giardino furono trasferiti, per qualche tempo, nelle serre e nei terreni della Société des Bains de Mer. Oggi, hanno ripreso il loro posto in questo insieme botanico esotico e lussureggiante. le palme, mughetti giapponesi, uccelli del paradiso, bambù sacri, ibiscus cinesi, lasciano i visitatori senza parole. L’insieme del giardino è stato progettato nel rispetto delle misure ambientale e del marchio Be Green. L’ingresso è gratuito.