Quest’anno il Rally di Monte-Carlo 2021, previsto dal 21 al 24 gennaio, si annuncia più emozionante che mai, con uno scontro a quattro per la vittoria e un testa a testa tra due case automobilistiche: Toyota e Hyundai. Vincitore per la prima volta del rally monegasco nell’ultima edizione, Thierry Neuville è pronto a rimettere in gioco il titolo di campione. Ma chi sarà il successore del pilota belga quest’anno? Si terrà stretto il primo posto o lo cederà a Sébastien Ogier, Ott Tänak o Elfyn Evans?

Sébastien Ogier (Toyota Yaris WRC)

Dopo sei anni di vittorie senza rivali, Sébastien Ogier non dimenticherà facilmente l’edizione 2020, in cui Thierry Neuville gli ha soffiato il primo posto. Animato da un sentimento di riscatto, per quello che potrebbe essere il suo ultimo rally di Monte-Carlo (alla fine della stagione il pilota francese potrebbe mettere fine alla sua carriera nel WRC), Ogier è in lizza per aggiudicarsi ben due record: quello dell’ottava vittoria nel leggendario rally monegasco (record assoluto) e quello di essersi aggiudicato la vittoria con quattro case automobilistiche diverse (Toyota, Volkswagen, Ford e Citröen).

Un’impresa, quest’ultima, che è stata compiuta solo dal pilota tedesco Walter Röhrl (Fiat, Opel, Lancia e Audi). Al volante della sua Toyota per il secondo anno consecutivo, il rallista francese con sette titoli di campione del mondo alle spalle, sembra essere uno dei grandi favoriti di questa edizione 2021 del Rally di Monte-Carlo. Neuville, però, potrebbe avere qualcosa da ridire: il nuovo campione di Monte-Carlo avrà la grinta che serve per battere ancora una volta il campione del mondo in carica in casa propria?

Thierry Neuville (Hyundai i20 WRC)

Il momento tanto atteso è arrivato! Neuville, che risiede a Monaco durante l’anno è riuscito a conquistare il podio nel Principato per la prima volta nella scorsa edizione. Una vittoria nel circuito di Monte-Carlo non è una semplice vittoria come le altre, e non sarà il pilota belga ad affermare il contrario. Dopo aver stuzzicato Sébastien Ogier per diversi anni, il rallista belga è finalmente riuscito a conquistare un rally che resterà nella storia, soprattutto per i rischi che ha corso il pilota della Hyundai pur di aggiudicarsi la vittoria.

Ma adesso, Neuville dovrà affrontare una sfida ancora più grande, difendere il titolo. L’anno scorso, il monegasco di adozione ha sfiorato ancora una volta il titolo di campione del mondo, e adesso vuole iniziare la stagione al massimo della potenza, senza perdere colpi durante il tragitto e portarsi a casa un’altra vittoria. Si aggiudicherà il podio anche quest’anno?

Travel Club Monaco

Ott Tänak (Hyundai i20 WRC)

La sua violenta uscita di pista l’anno scorso ha fatto gelare il sangue nelle vene. Durante il suo primo rally al volante di una Hyuundai i20, il pilota estone è uscito fuori strada facendo ribaltare la vettura più volte e rotolando in fondo a una collina.

>> LEGGI ANCHE: Jacky Ickx: “Ormai Charles Leclerc è parte del patrimonio italiano”

Un incidente che ha visto andare in frantumi ogni possibilità di portare a casa la vittoria nel circuito di Monte-Carlo. Ma dopo una stagione terminata al terzo posto del campionato del mondo dei piloti, dietro Sébastien Ogier ed Elfyn Evans, quest’anno Ott Tänak arriva nel Principato con una sete di riscatto. Il campione del mondo 2019 potrebbe essere anche lui in lizza per la vittoria finale, inserendosi nel duello tanto atteso tra Ogier e Neuville.

Elfyn Evans (Toyota Yaris WRC)

Era a un passo da arrivare in cima e toccare le stelle del WRC. La scorsa stagione, infatti, Evans è stato in testa per la maggior parte del tempo del campionato del mondo. Il pilota gallese si è però visto soffiare il titolo da Sébastien Ogier, al termine di una stagione interrotta dalla pandemia, che ha visto Elfyn Evans cedere sotto la pressione del suo compagno di squadra di Toyota.

>> LEGGI ANCHE: Ogier, Loeb, Mäkinen, Röhrl, Sainz… Le 5 leggende del Rally di Monte-Carlo

Anche questa stagione, lo scontro tra il rallista francese e quello britannico promette scintille. E anche se Ogier sembra essere più ferrato nel circuito di Monte-Carlo, sia nella guida che per le vittorie già conquistate, il pilota gallese potrà approfittare del più piccolo errore del duo Ogier-Neuville per aprirsi la strada verso la vittoria. Un’ipotesi da non sottovalutare, visto che l’edizione 2021 sarà particolarmente innevata: una condizione che non scoraggia di certo il campione dell’ultimo Rally di Svezia.

Traduzione a cura di Valentina Alia