Martedì sera al Louis II, i monegaschi si sono qualificati per i quarti di finale della Coppa di Francia battendo il Metz ai calci di rigore (0-0, 5 a 4).

Il presidente Rybolovlev, che sabato scorso aveva assistito all’incredibile vittoria dell’AS Monaco contro il Metz (4-0) in Ligue 1, questa volta si è ritrovato davanti a una performance completamente diversa. Dalla tribuna d’onore, i proprietari della squadra, il Principe Alberto II e Dmitri Rybolovlev, hanno seguito una partita tesa, terminata con la vittoria dei monegaschi ai calci di rigore.

Con il fiato sospeso fino all’ultimo, il Monaco è riuscito a conquistarsi un posto ai quarti di finale della Coppa di Francia. Due volte vincitore della Coppa di Germania, con il Francoforte nel 2018 e il Bayern Monaco nel 2019, Niko Kovac è a un passo dall’aggiudicarsi anche la coppa francese.

>> LEGGI ANCHE: Ligue 1: l’AS Monaco massacra il Metz e sale sul podio

Un incontro noioso, in cui nessuna delle due squadre è riuscita a farsi strada in porta. I monegaschi hanno dovuto attendere i calci di rigore per sconfiggere il Metz, un avversario che avevano già battuto (4-0) qualche giorno fa nel campionato nazionale.

Gelson Martins con la testa fra le nuvole

Titolare per la prima volta dal suo ritorno dopo l’infortunio, Gelson Martins ha fallito in due occasioni incredibili, con assist di Wissam Ben Yedder (3’, 31’), lasciando trionfare Alexandre Oukidja.

Grazie a una difesa ben solida e rassicurati dagli interventi di Radoslaw Majecki, i compagni di squadra di Guillermo Maripan, poco efficaci sull’offensiva, non hanno incassato nessun gol e sono riusciti a gestire con serenità i calci di rigore. Ben Yedder, Volland, Sidibé, Fabregas e Jovetic non hanno sbagliato un colpo portando l’ASM ai quarti di finale della Coppa di Francia.

Il prossimo incontro per Monaco si terrà questa domenica alle 17:00 al Louis II contro il Digione.