Quest’estate, sarà finalmente possibile raggiungere Nizza da Cap d’Ail con un battello. Il progetto è stato lanciato dal comprensorio della città metropolitana Nice Côte d’Azur con la speranza di snellire il traffico stradale e facilitare l’accesso al Principato.

Ogni giorno, migliaia di automobilisti nizzardi percorrono le principali arterie stradali che servono Monaco e i dintorni. Il traffico che ne deriva mette a repentaglio la qualità dell’aria e rende più complicata la vita quotidiana degli abitanti della zona. La città metropolitana Nice Côte d’Azur ha quindi deciso di collegare i porti di Nizza e Cap d’Ail tramite un battello che sarà operativo dal mese di agosto 2021. “La decisione rappresenta un ulteriore passo avanti nell’incoraggiare gli automobilisti a cambiare le proprie abitudini e optare per una mobilità sostenibile”, ha affermato entusiasta il Consiglio Nazionale di Monaco in un comunicato pubblicato il 13 aprile scorso.

Una traversata di 35 minuti

La navetta effettuerà 34 viaggi andata e ritorno al giorno, che permetteranno a 1.200 persone di recarsi da un porto all’altro via mare con un tragitto di circa quindici chilometri, ovvero 35 minuti nella bella stagione. È previsto un viaggio all’ora e ogni trenta minuti negli orari di punta. Il battello sarà poi direttamente collegato alla linea 2 del tram di Nizza, oltre che al parcheggio d’interscambio Port Lympia. I passeggeri potranno usufruire di tariffe convenienti e il mezzo di trasporto sarà integrato nel pass multimodale della metropoli.

Questi battelli ibridi saranno successivamente completamente elettrici o a idrogeno. Un passo verso una maggiore sostenibilità, che si iscrive nella volontà del governo del Principe di ridurre il traffico stradale di Monaco del 20% entro il 2030. Il progetto di questa navetta lanciato dalla città metropolitana Nice Côte d’Azur è stimato, al momento, a 5 milioni di euro al netto delle imposte: un’iniziativa sostenuta economicamente anche dal Principato,