Sia Monaco, sia le Alpi Marittime stanno assistendo a una leggera ripresa dei casi di coronavirus. Per contrastarla, sono già state adottate nuove misure.

Mercoledì 3 novembre, nel Principato sono stati registrati sei nuovi casi positivi al COVID-19, otto persone sono state ricoverate al CHPG e 19 pazienti sono seguiti a domicilio. I guariti nello stesso giorno sono stati 7.

Il Governo del Principe continua a invitare la popolazione alla vigilanza, annunciando che i tamponi al ritorno delle vacanze all’estero sono gratuiti per tutti. Dal 25 al 31 ottobre, il numero di test PCR e antigenici effettuati è salito a 3.815, con un tasso di positività dell’1,02%.

Ricordiamo, inoltre, che è possibile effettuare un prelievo di sangue gratuito per stabilire la quantità di anticorpi presenti e decidere se sottoporsi o meno alla terza dose del vaccino.

E in Francia?

Il 3 novembre, nelle vicine Alpi Marittime il tasso d’incidenza era di 66 (numero di casi in 7 giorni per 100.000 persone). Rispetto al Principato, il tasso di positività è leggermente superiore (1,4%).

Sempre il 3 novembre, le scuole francesi hanno attuato un protocollo sanitario più severo: la mascherina sarà di nuovo obbligatoria per gli studenti di 39 nuovi dipartimenti e, nel caso in cui ci sia anche solo un alunno positivo, viene bloccata tutta la classe.