Il famoso Rally di Monaco prenderà il via questo giovedì dalle 18:45 da Place du Casino. Quest’anno la gara sembra più aperta che mai. Vediamo insieme chi sono i favoriti.

Sébastien Ogier (Toyota Yaris)

Neanche il tempo di appendere il volante al chiodo che il campione del mondo in carica è già tornato a bordo della sua Toyota Yaris, con cui ha vinto due volte il titolo (2020, 2021), per gareggiare nella “sua” Monte-Carlo. Otto volte campione nel Principato, il pilota francese è il padrone indiscusso della Rocca e si classifica direttamente tra i favoriti per la vittoria finale.

In un programma misto questa stagione, in cui condividerà il volante con Esapekka Lappi nelle diverse prove del campionato, Sébastien Ogier è libero da qualsiasi genere di pressione, se non quella di aggiungere altri prestigiosi successi al suo immenso palmare. E potrebbe iniziare a farlo subito, dal primo round del campionato, in un rally che conosce a memoria e a cui è particolarmente affezionato. Ma c’è un dettaglio da tenere in considerazione. Quest’anno il 95% del percorso è stato modificato. Sarà forse un motivo per destabilizzare l’otto volte campione del mondo del rally e a rimescolare le carte in tavola?

LEGGI ANCHE: Sébastien Ogier (Toyota) vincitore del Rally di Monte Carlo

Sébastien Loeb (Ford Puma)

Come Sébastien Ogier, anche l’altra leggenda del rally ha firmato un contratto per disputare qualche gara in questa stagione. E il suo programma inizia ovviamente qui, a Monte-Carlo. Sette volte vincitore del rally, Sébastien Loeb è sempre da tenere d’occhio, anche se la sua velocità massima non è più la stessa degli inizi.

Di ritorno dalla Dakar dove ha chiuso al secondo posto dietro all’intoccabile Nasser al-Attiyah, il pilota alsaziano ha avuto poco tempo per entrare in modalità rally. Dovrà inoltre mettere a punto le ultime strategie con Isabelle Galmiche, la sua nuova copilota, con la quale gareggerà nella sua prima gara ufficiale. Se tutto va bene, il nove volte campione del mondo competerà per la vittoria.

Thierry Neuville (Hyundai i20)

Nell’ultimo decennio è stato l’unico ad aver interrotto la supremazia del duo Loeb-Ogier a Monte-Carlo. Residente monegasco, il pilota belga sembra stare vivendo un momento di svolta nella sua carriera. Con l’assenza a tempo pieno di Sébastien Ogier, Thierry Neuville sembra essere il favorito per il titolo, lui che da diverse stagioni insegue questo obiettivo. Una vittoria a Monte-Carlo potrebbe metterlo sulla buona strada, ora che inizia la sua nona stagione con la scuderia coreana.

Elfyn Evans (Toyota Yaris)

Numero 1 della scuderia giapponese dopo il ritiro di Sébastien Ogier, il pilota gallese sa che ci si aspetta molto da lui. Secondo nel rally dell’anno scorso e terzo nel 2020, Elfyn Evans sa il fatto suo sul percorso di Monte-Carlo. Dopo tanti traguardi sui gradini più bassi del podio, gli manca solo la vittoria. Alla guida della vettura campionessa del mondo, il compagno di squadra di Ogier ha tutte le carte in regola per dare il meglio.

Kalle Rovanperä (Toyota Yaris)

Giovane promessa del WRC, destinato a diventare un giorno campione del mondo, Kalle Rovanpera inizia già la sua terza stagione completa con Toyota. A 21 anni, il pilota finlandese è pronto a conquistare la vittoria in ogni rally e su tutte le superfici, lui che la scorsa stagione ha vinto due tappe, in Estonia e in Grecia. Un po’ più di neve sul percorso non gli sarebbe certo dispiaciuta, ma quest’anno sembra che si guiderà in un clima estremamente secco.

Non dimentichiamo: Ott Tänak (Hyundai i20) Adrien Fourmaux (Ford Puma), Graig Breen (Ford Puma)

LEGGI ANCHE: Ogier, Loeb, Mäkinen, Röhrl, Sainz… Le 5 leggende del Rally di Monte-Carlo