Dopo una stagione promettente essendo arrivata nuovamente in finale al campionato di Francia e soprattutto per la prima volta ai quarti di finale dell’Eurolega, il Roca Team sta creando una squadra d’eccezione con un budget che toccherebbe i 20 milioni di euro. La prossima stagione ci farà sognare.  

Sono passati quasi dieci anni da quando l’AS Monaco Basket è stata acquistata da Sergey Dyadechko. Quanta strada ha fatto la squadra collezionando vittorie, scalando classifiche e soprattutto mantenendo intatte le proprie ambizioni, che anzi crescono sempre di più.

Dopo aver vinto tre volte la Leaders Cup (2016, 2017 e 2018) e una volta l’Eurocup (2021), il Roca Team vuole arricchire ulteriormente il suo scaffale dei trofei avendo in mente un obiettivo ben preciso: ottenere il titolo di campioni di Francia. La scorsa stagione questo trofeo è sfuggito al Monaco per la quarta volta nella storia del club (1950, 2018, 2019 e 2022).

Un aumento del budget

“Il titolo di campioni di Francia ci manca e senza ombra di dubbio vogliamo vincerlo”, ha dichiarato Oleksiy Yefimov mentre esponeva le aspirazioni del club. “La scorsa stagione abbiamo alzato l’asticella così tanto all’Eurolega che sarà molto difficile mantenere lo stesso livello, soprattutto se consideriamo che la maggior parte dei club ha aumentato il proprio budget per formare delle squadre più forti. Il nostro obiettivo sarà partecipare nuovamente ai play-off”.

Oleksiy Yefimov
Oleksiy Yefimov è impegnato a formare la sua squadra / ©AS Monaco Basket

Con un budget stimato di 20 milioni di euro, contro i 14 milioni della scorsa stagione (che erano già stati un record) l’AS Monaco Basket e Aleksej Fedoricsev si sono procurati i mezzi necessari per perseguire le loro ambizioni senza esagerare e con un po’ di ingegno, come spiega il direttore esecutivo del club.

Il Roca Team è diventato il marchio di basket più famoso in Francia, prima dell’ASVEL e del Limoges.

Oleksiy Yefimov

“Aleksej Fedoricsev si sta impegnando al massimo in questo progetto ed è pronto ad aumentare il suo contributo economico”, ha affermato. “Anche il Governo di Monaco ci sta aiutando parecchio, ma secondo le regole del fair-play finanziario dell’Eurolega, gli azionisti dei club non possono rappresentare più del 50% della fonte del budget totale. Stiamo creando infatti un reparto destinato alle operazioni commerciali che avrà come obiettivo quello di aumentare le entrate del club”.

Un aumento delle entrate potrebbe far diventare il Monaco uno dei club più ricchi dell’Eurolega. La scorsa stagione il budget del club monegasco era il quattordicesimo in classifica sui diciotto club in gara. Questo dato non ha però impedito al Roca Team di arrivare ai quarti di finale nonostante fosse la prima volta che partecipava alla competizione.

Delle new entry interessanti

“Negli ultimi dodici mesi siamo passati da essere una squadra anonima a una squadra candidata alla Final Four”, ha commentato Oleksiy Yefimov. “L’epico scontro ai quarti di finale contro gli Olympiakos ha suscitato un notevole interesse in Francia (attirando 4 milioni di telespettatori, n. d. r.) e in tutta Europa. Secondo i recenti rapporti sui consumatori, il Roca Team è diventato il marchio di basket più famoso in Francia, prima dell’ASVEL e del Limoges”, due club storici del basket francese.

Mike-James-Roca-Team
 Mike James, una star del basket a Monaco / ©AS Monaco Basket

L’interesse del pubblico nei confronti del club dovrebbe intensificarsi la prossima stagione. Dopo l’arrivo della star americana Mike James, che ha consentito alla squadra di acquisire visibilità e di catturare l’attenzione mediatica, i nuovi ingaggi di top player potrebbero aumentare ulteriormente il prestigio del Roca Team. I dirigenti dell’ASM Basket hanno sfoderato l’artiglieria pesante con Elie Okobo, Jordan Loyd, John Brown e Jaron Blossomgame. E non è finita qui.

La firma di Elie Okobo, che era nel mirino del Barcellona, del Real Madrid e del Fenerbahçe, indica chiaramente la nostra volontà di rinforzare la squadra con giocatori formati sul posto di alto livello.

Oleksiy Yefimov

“L’unica possibilità che avevamo la scorsa stagione per rimanere in Eurolega era qualificarci per i play-off (Il Roca Team aveva ottenuto l’invito per partecipare alla gara  con la vittoria dell’Eurocup, poiché il club non dispone di una wild-card permanente come l’ASVEL). Ci siamo quindi assunti il rischio di ingaggiare dieci giocatori stranieri”, ha sottolineato il direttore esecutivo, ormai orientato verso la scelta di giocatori locali.

LEGGI ANCHE: Oleksiy Yefimov, il giovane architetto del Roca Team

Stiamo cercando di trovare un migliore equilibrio tra i giocatori stranieri e i giocatori formati sul posto. La firma di Elie Okobo, che aveva già dimostrato di essere il MVP delle finali francesi ed era nel mirino del Barcellona, del Real Madrid e del Fenerbahçe, indica chiaramente la nostra volontà di rinforzare la squadra con giocatori formati sul posto di alto livello.

Un progetto a lungo termine

La politica di ingaggio sarà affiancata da una politica di continuità, come dimostrato dall’estensione del contratto ad altre tre stagioni per l’allenatore Sasa Obradovic, artefice dei successi monegaschi, ma anche del contratto di Mike James.

“Ci fidiamo ciecamente di Sasa Obradovic”, ha dichiarato il giovane architetto del Roca Team. “Sono già due volte che recupera la squadra in corso di stagione e riesce a risollevarla! È profondamente legato al Roca Team e al Principato di Monaco. Sasa ha il cuore bianco rosso e le radici piantate a Monaco”.

Sasa-Obradovic
 Sasa Obradovic viene confermato come allenatore / ©AS Monaco Basket

La strategia della continuità si applica anche ai giocatori. “Nelle stagioni precedenti abbiamo ricevuto critiche perché dopo ogni stagione di successo non potevamo tenere i nostri giocatori principali. Il fatto che Mike James resterà con noi nel lungo periodo lancia un messaggio chiaro e forte alla comunità: vogliamo continuità nella squadra. La nostra strategia di mercato si baserà infatti sull’idea di stipulare contratti a lungo termine con i giocatori”.

Vogliamo continuità nella squadra. La nostra strategia di mercato si baserà sull’idea di stipulare contratti a lungo termine con i giocatori.

Oleksiy Yefimov

Questa evidente stabilità dovrebbe tradursi presto nella presenza permanente in Eurolega, un traguardo importante al quale l’AS Monaco Basket sembra avvicinarsi. “Il nostro obiettivo principale è diventare azionisti dell’Eurolega, ma prima cercheremo di ottenere una wild-card valida per più anni”, ha rivelato Oleksiy Yefimov.

“Perciò dobbiamo dimostrare che il Monaco ha un progetto solido e duraturo con una prospettiva di sviluppo a lungo termine a livello sportivo, economico e infrastrutturale”. Per fortuna anche l’ultimo ostacolo alla famosa wild-card sarà presto superato.

“A settembre potremo accogliere i tifosi in una palestra con 5.000 posti a sedere, evitando così qualsiasi contrasto con la capacità minima richiesta dall’Eurolega. Il Governo di Monaco fa i miracoli”. E anche il Roca Team. Ed è solo l’inizio.