Pubblicità »
Intervista

Da quasi 25 anni, Children & Future aiuta i bambini di tutto il mondo

2022-dernier-tour-no-finish-line-yakuba-ouattara-mickael-zeze
Alcune celebrità, come il cestista Yakuba Ouattara e l'atleta Mickaël Zézé, partecipano alla No Finish Line a sostegno di Children & Future - © André Faure

L’associazione organizza la famosa No Finish Line.

Mettere lo sport al servizio dei bambini malati e bisognosi. È questo l’obiettivo della No Finish Line, una corsa che si svolge a Monaco ogni novembre.

Pubblicità

Il progetto è nato nel 1999 su iniziativa della Camera di Commercio Giovani di Monaco e di Philippe Verdier, che desiderava promuovere la Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia, che si celebra il 20 novembre. Dal 2001, invece, l’evento è interamente organizzato dall’associazione Children & Future.

“Inizialmente abbiamo creato l’associazione per occuparci della gara e del suo futuro”, spiega Ariane Favaloro, presidentessa di Children & Future

Pubblicità »

Progetti in tutto il mondo

Dopo quasi 25 anni, la partecipazione di grandi sportivi e semplici camminatori permette a Children & Future di finanziare numerosi progetti, locali e internazionali, a favore di bambini malati e in difficoltà.

ariane-favaloro-monaco
Ariane Favaloro è la presidentessa di Children & Future – © Philippe Hortail NFL

“Inizialmente, abbiamo iniziato a collaborare con il Centro Cardio-Toracico per consentire ai bambini meno fortunati di essere operati a Monaco. Abbiamo poi realizzato una serie di progetti con la Croce Rossa monegasca e il Dipartimento di Cooperazione Internazionale del Governo del Principe, in particolare in Mali, Burkina Faso e Mauritania. L’obiettivo era quello di formare chirurghi in loco, in modo che potessero operare i bambini sul posto”, spiega Ariane Favaloro.

La sfera d’azione di Children & Future si è ampliata nel corso degli anni. Costruzione di scuole in Nepal, di campi sportivi in Marocco, ricostruzione di asili a Tenda dopo la tempesta Alex, finanziamento di attrezzature per l’ippoterapia per bambini disabili a Cagnes-sur-Mer… Tutti i progetti hanno un filo conduttore: sostenere i bambini in difficoltà.

“L’idea è di poter finanziare progetti in tutto il mondo grazie a No Finish Line. Siamo infatti il primo donatore del Monaco Collectif Humanitaire”, afferma la presidentessa.

Pubblicità »

Raccolti già oltre tre milioni di euro

Sul suo sito web, l’associazione mette a disposizione un modulo per i responsabili dei progetti in cerca di finanziamenti. Questi progetti vengono poi esaminati regolarmente e minuziosamente. “L’obiettivo è quello di riuscire a portare a termine le iniziative, non solo di finanziarle e poi non fare nulla”, spiega Ariane Favaloro. “Dipende anche dalla somma che raccogliamo con ogni No Finish Line”.

Fortunatamente, l’evento sta diventando sempre più popolare nel Principato. Ariane Favaloro ammette che lei e il suo team di trenta volontari a volte si sentono un po’ sopraffatti. “La No Finish Line è diventata un evento annuale che tutti attendono con ansia. A Monaco, il passaparola funziona bene e i partner e gli sponsor, che vorrei ringraziare, sono più facili da trovare rispetto alla Francia, per esempio. Siamo fortunati perché la gente ci conosce da 25 anni. Si fida di noi”.

benevoles-no-finish-line-monaco
Tutti i membri di Children & Future sono volontari – © NFL

L’anno scorso sulla linea di partenza c’erano ben 10.000 corridori che hanno raccolto più di 250.000 euro. Dalla nascita della corsa, si contano 164.000 partecipanti, più di 4 milioni di chilometri percorsi e 4,8 milioni di euro raccolti per finanziare progetti per i bambini.

no-finish-line-monaco
Con la No Finish Line, Children & Future raccoglie fondi per sostenere progetti a favore dei bambini – © Palomba NFL

Anche se per Ariane Favaloro ogni progetto è importante, si è particolarmente commossa per i bambini che sono arrivati nel Principato per sottoporsi a un intervento chirurgico. “Credo che sia la cosa che mi ha colpita di più”, afferma con un sorriso. “Vedere questi bimbi, che abbiamo conosciuto quando erano malati, al Centro Cardio-Toracico tutti eleganti e pronti per tornare a casa… Ogni volta mi fa un certo effetto. Questo lavoro richiede molto tempo ed energia, ma sappiamo perché lo facciamo”.

Pubblicità »

Come possiamo aiutare?

Per il momento, il prossimo progetto che sarà finanziato con i fondi raccolti con la corsa non è ancora stato stabilito. Ma Ariane Favaloro rassicura: le idee non mancano.

L’associazione spera nella partecipazione di corridori e camminatori anche quest’anno. Potete inoltre sostenere Children & Future facendo una donazione sul sito web o unendovi alla sua squadra di volontari.


Informazioni pratiche No Finish Line:

  • Date: dall’11 al 19 novembre
  • Tariffa adulti: 23 euro
  • Tariffa bambini: 16 euro
  • Cauzione per il chip: 10 euro
  • Trofeo 24 ore (dal 18 al 19 novembre): 50 euro (chip compreso)
  • Iscrizioni individuali, di squadra e al Trofeo tramite il sito web di Children & Future
Privacy Policy