La tempesta Alex ha colpito duramente la regione delle Alpi Marittime e l’Italia. Il Principe Alberto ha espresso la sua solidarietà al presidente francese Emmanuel Macron, mentre nel Principato continuano le iniziative per sostenere le vittime.

Quattro morti e otto dispersi, è questo il bilancio attuale dopo che la tempesta Alex si è abbattuta sulla Riviera. Le autorità non hanno notizie di altre 13 persone che al momento sono date per disperse. Con tre centri abitati ancora isolati, i vigili del fuoco e l’esercito sono impegnati in missioni di soccorso e di sgombero.

La solidarietà di Monaco continua

Dopo aver istituito un fondo di emergenza per le popolazioni colpite, il Principe Alberto II ha scritto al presidente francese Macron per mostrargli la sua solidarietà. Il Principe ha scritto anche al sindaco di Ventimiglia. “I nostri pensieri vanno alle famiglie che hanno perso i loro cari, ai soccorritori instancabili, ai soldati e a tutti coloro che sono stati colpiti dalla tempesta”, ha scritto a Macron.

A Monaco, si moltiplicano le iniziative a sostegno delle popolazioni colpite. La Croce Rossa monegasca ha lanciato una richiesta di donazioni, mentre la diocesi di Monaco si è unita al movimento solidale istituendo diversi punti di raccolta nelle chiese del Principato in cui si accetta soprattutto cibo non deperibili.

[#TempêteAlex]De nombreuses initiatives spontanées pour venir en aide aux sinistrés de la tempête #Alex se manifestent…

Geplaatst door Gouvernement Monaco op Maandag 5 oktober 2020