Dopo i gravi danni provocati dalla tempesta Alex nella regione delle Alpi Marittime, il Governo del Principato ha messo in atto diverse azioni solidali per aiutare le popolazioni colpite.

Nonostante le raffiche di vento fino a 80km/h e più di 105 mm di pioggia in una sola ora, il Principato di Monaco è stato relativamente risparmiato dalla tempesta Alex, che ha attraversato la Costa Azzurra venerdì sera. I vigili del fuoco sono stati impegnati in una trentina di interventi, soprattutto a causa delle inondazioni.

Fondo di emergenza per le popolazioni colpite

Venerdì è stato installato un centro di accoglienza al Grimaldi Forum per accogliere “gli eventuali naufraghi” bloccati a Monaco dall’interruzione del traffico della SNCF e degli autobus interurbani. Ma vista la scarsa affluenza, il centro è stato chiuso a inizio serata e l’unico ospite è stato trasferito in un hotel di Beausoleil.

Il giorno dopo, Monaco si è offerta di sostenere le operazioni dei soccorritori francesi. Alla richiesta del Principe Alberto, e dopo una consultazione con il Consiglio Nazionale, il Governo del Principato ha inoltre creato un fondo di emergenza per aiutare le popolazioni colpite. Il 4 ottobre, due distaccamenti delle forze pubbliche hanno distribuito 14 tonnellate d’acqua in bottiglia in due comuni dei dipartimenti vicini.

#TempeteAlexLa Principauté exprime sa solidarité avec les sinistrés des Alpes-Maritimes et de la Roya. Si le passage…

Geplaatst door Gouvernement Monaco op Zondag 4 oktober 2020