Dopo le vacanze di Natale, che inevitabilmente hanno portato a maggiori contatti sociali, la situazione sanitaria nel Principato lascia trasparire una circolazione del virus più attiva. In questi ultimi giorni, il numero di positivi è in aumento.

Martedì 5 gennaio, Monaco ha registrato trenta nuovi casi positivi al Covid-19, portando il bilancio a 947 casi dall’inizio della crisi sanitaria. Una tasso già elevato che non smette di crescere. Bisogna dire, però, che questo aumento è anche dovuto al numero dei tamponi effettuati: in queste ultime due settimane sono stati 7.000, tra test PCR e anitigenici, con una capacità ormai di 16.000 tamponi per 100.000 abitanti a settimana.

Allo stesso tempo, la somministrazione dei vaccini accelererà nei prossimi giorni. Il personale sanitario avrà la priorità, così come gli over 65 che saranno avvisati via posta.

>> LEGGI ANCHE: Come procede la campagna di vaccinazioni a Monaco?

Chi desidera sottoporsi al test può contattare il call center dedicato al Covid-19 al 92 05 55 00

Governo del Principe

Smart working, sport e isolamento

Per limitare la circolazione del virus e mantenere a galla l’economia, il Governo del Principe ha invitato allo smart working nei settori privati e pubblici. L’attività sportiva è stata anche oggetto di discussione, sfociata nella chiusura delle palestre e delle piscine, con divieto di educazione fisica nelle scuole e negli ambienti chiusi fino al 27 gennaio incluso.

Travel Club Monaco

In ogni caso, i personal trainer potranno dare lezioni a una sola persona (sia all’interno che all’esterno). Infine, per evitare i contagi in famiglia, in aumento dopo le festività natalizie, è stato offerto a chi risulta positivo nel Principato di trasferirsi in hotel per il periodo della quarantena.