Alla fine di una partita serrata, che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino alla fine, martedì sera al Gaston-Médecin, il Roca Team ha conquistato la prima manche della finale di EuroCup contro l’Unics Kazan (89-97). Alla partita erano presenti il Principe Alberto II, il Ministro di Stato Pierre Dartout e il Presidente dell’AS Monaco Basket Sergey Dyadechko.

I “Roca Boys” sono a un passo dal trofeo. Dopo il trionfo sul filo del rasoio, nella partita giocata in casa contro i russi dell’Unics Kazan (89-87), agli uomini di Zvezdan Mitrovic manca una sola vittoria per conquistare il primo titolo europeo.

Un Rob Gray (23 punti) decisivo

Sulla scia di un trio da paura, con Dee Bost (16 punti, 6 passaggi), Rob Gray (23 punti, 4 rimbalzi) e Mathias Lessort (17 punti, 5 rimbalzi), il Roca Team ha vinto il match dando prova, ancora una volta, di grande forza mentale. Una vittoria conquistata alla fine del 4° set, segnato dalla ferocia e dalla rabbia dei compagni di squadra di Marcos Night (14 punti, 6 rimbalzi).

Vincere il titolo in Russia

Dopo un inizio partita leggermente a loro vantaggio (11-2), i monegaschi hanno accusato il colpo nel secondo set (19-26) con la rimonta del Kazan. Messo in difficoltà dal gigante ucraino Artem Klimenko (22 punti, 5 rimbalzi) e dal più navigato Jordan Theodore (15 punti, 8 passaggi), il Roca Team, come nel turno precedente, ha dato prova di generosità per poi ribaltare la partita e conquistare una vittoria importante.

>> LEGGI ANCHE: La storia tra Zvevdan Mitrović e l’AS Monaco Basket ha il suo lieto fine

Ora, i monegaschi sono a un solo passo dal portare a casa la più bella vittoria della loro storia, basterà aggiudicarsi la partita di venerdì prossimo (ore 18:00) in Russia. In caso di sconfitta, domenica si terrà un match di spareggio, ancora una volta a Kazan.

Mathias Lessort (centro dell’AS Monaco Basket):

“Siamo sollevati? Lo saremo quando avremo conquistato il titolo. Per il momento, abbiamo fatto solo metà del lavoro. Ci batteremo, ci aspettiamo una lotta dura. Dovremo dare il massimo. Un titolo europeo non è cosa da poco. Siamo ancora lontani dalla vittoria”.

>> LEGGI ANCHE: Intervista a Mathias Lessort, centro dell’AS Monaco Basket

Abdoulaye N’Doye (guardia dell’AS Monaco Basket):

“Questa vittoria è importantissima. Ma non abbiamo festeggiato. Ora bisogna vincere lì. Questa squadra del Kazan ha molto talento. Non è una squadra russa secondo me, ma una squadra americana. Lavoreremo sul pick and roll. Dall’inizio della stagione, abbiamo giocato a porte chiuse. In Russia ci sarà il pubblico, per fortuna, e porterà parecchio entusiasmo”.