Un gesto simbolico che corona nel migliore dei modi un’incredibile vittoria.

La “premiazione” è avvenuta lunedì 20 settembre allo Yacht Club di Monaco (YCM), durante la cerimonia per la vittoria schiacciante dell’equipaggio di Skorpios alla Rolex Fastnet Race lo scorso agosto. Dmitri Rybolovlev, proprietario e timoniere di Skorpios, accompagnato dalla figlia Ekaterina Sartori Rybolovleva, membro del consiglio di amministrazione dell’AS Monaco, ha consegnato la coppa del Rolex Fastnet al Principe Alberto II, presidente dello YCM. È la prima vittoria per lo Yacht Club nella storia della Fastnet e nella storia dello Yacht Club di Monaco stesso.

Dopo uno scambio di ringraziamenti, il Principe Alberto II e Dmitri Rybolovlev hanno augurato all’equipaggio dello Skorpios una carriera ricca di successi. Anche lo skipper Fernando Echavarri, campione del mondo e campione olimpico di vela, era presente all’evento. “Spero che l’equipaggio porti allo Yacht Club di Monaco nuove vittorie”, ha dichiarato.

Rolex Fastnet cup
Il trofeo Rolex Fastnet © Servizio stampa del team Skorpios

Un gioiello di tecnologia

Il 10 agosto, alle 21:30, il megayacht di Dmitri Rybolovlev e i suoi 29 membri dell’equipaggio hanno tagliato la linea del traguardo della Rolex Fastnet Race a Cherbourg (per la prima volta la regata si è conclusa in un porto francese). Dopo una gara frenetica di 2 giorni, 8 ore, 33 minuti e 55 secondi, lo yacht ha segnato un nuovo record per i monoscafi.

>> LEGGI ANCHE: Dmitri Rybolovlev acquista il superyacht a vela più veloce del mondo

Travel Club Monaco

Il ClubSwan 125 Skorpios, è questo il nome completo, è il più grande monoscafo da gara al mondo, oltre che lo yacht più grande ad aver partecipato alla Rolex Fastnet Race. Ideato con minuzia, fabbricato dai migliori costruttori e dotato di attrezzature all’avanguardia da fornitori qualificati, lo Skorpios è un vero gioiello della tecnologia.

Il veliero è l’orgoglio della sua azienda produttrice finlandese Nautor’s Swan, ma anche del suo ideatore: il celebre ingegnere navale Juan Kouyoumdjian. Secondo Kouyoumdjian, “il veliero è destinato a scrivere una nuova pagina di storia dello sport nautico”. Anche i dirigenti di Nautor’s Swan, Enrico Chieffi (Senior Advisor) e Giovanni Pomati (CEO), erano presenti all’evento.

S.A.S Il Principe Alberto II, Dmitri Rybolovlev
Il Principe Alberto II (destra) e Dmitri Rybolovlev (sinistra) © Servizio stampa del team Skorpios

Il risultato di una passione

Dmitri Rybolovlev, uomo d’affari, filantropo e presidente della squadra di calcio dell’AS Monaco, è un appassionato di vela da diversi anni. È anche il timoniere di Skorpios, che prende il nome dall’isola greca appartenente alla sua famiglia.

Nel 2019, il team guidato da Dmitri Rybolovlev e Fernando Echavarri ha conquistato il titolo mondiale dopo aver vinto il premio di categoria ClubSwan 50 a Palma di Majorca, in Spagna. Nella stagione 2020, si è guadagnato una medaglia di bronzo al Campionato del mondo a Scarlino, in Toscana ed è stato il solo equipaggio ad aver vinto diverse medaglie al Campionato del mondo ClubSwan 50 per due anni di seguito.

Il prossimo appuntamento internazionale per Skorpios sarà a ottobre con la Middle Sea Race. La regata parte e termina a Malta, con un percorso di 606 miglia attorno la Sicilia.