Con grande sollievo del Principe Alberto II, di Michel Boeri e di Stefano Domenicali, il Gran Premio di Monaco è confermato per l’anno prossimo e farà parte del calendario di Formula 1 almeno per i prossimi tre anni, ossia fino al 2025.

La buona notizia è arrivata martedì sera, quando la FIA ha annunciato il calendario completo del mondiale 2023 della Formula 1. Tra le 24 gare in programma, record assoluto di corse disputate in una stagione, c’è anche il Gran Premio di Monaco, che nel 2023 raggiungerà l’80° edizione.

“Nell’interesse del Campionato del Mondo di Formula Uno, e dopo diversi mesi di trattative, siamo orgogliosi di annunciare che abbiamo firmato un accordo di tre anni con la Formula 1 e che probabilmente verrà rinnovato“ ha dichiarato Michel Boeri, presidente dell’Automobile Club di Monaco, in un comunicato della F1.

La reazione del Principe Alberto da New York

La notizia, naturalmente, non ha lasciato indifferente il Principe Alberto II, attualmente in trasferta a New York per la 77° Assemblea Generale dell’ONU. “Sono soddisfatto e sollevato”, ha dichiarato ai microfoni di Monaco Info.

Per ragioni storiche, non riuscivo a immaginare una stagione di F1 senza il Gran Premio di Monaco

Principe Alberto II

“Per ragioni storiche, non riuscivo a immaginare una stagione di F1 senza il Gran Premio di Monaco. Il GP è un momento importante della vita del Principato, non solo da un punto di vista economico ma anche in termini di prestigio e notorietà. È una tradizione che viene portata avanti da quasi 100 anni. Ringrazio l’Automobile Club di Monaco, Formula One e la FIA di aver raggiunto un accordo per poter continuare insieme a promuovere l’automobilismo e la F1”.

Lunghe trattative con esito positivo

Dopo lunghe trattative, i decisori della Formula 1 hanno infine trovato un accordo con l’ACM per tenere in calendario il GP di Monaco, in ballottaggio con altri Gran Premi storici, come quello del Belgio, anch’esso confermato. Sorte diversa, invece, per il Gran Premio di Francia, disputato sul circuito Paul Ricard dal 2018.

“Sono lieto di confermare che correremo a Monaco fino al 2025 e sono entusiasta di tornare sulle strade del Principato per il campionato del prossimo anno il 28 maggio”. Queste le parole di Stefano Domenicali, CEO della Formula 1, che ha aggiunto: “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questo rinnovo e in particolare il Principe Alberto II di Monaco, Michel Boeri, Presidente dell’Automobile Club di Monaco e tutta la sua squadra. Non vediamo l’ora di tornare la prossima stagione per continuare la nostra collaborazione“.

L’evento sicuramente riscuoterà successo tra il pubblico. In occasione della scorsa edizione, il Gran Premio di Monaco aveva infatti accolto più visitatori rispetto al 2019, anno di riferimento pre-pandemia da Covid-19. Questo è il segno che i fan di F1 attribuiscono particolare importanza alla storia della più prestigiosa disciplina del mondo dell’automobilismo.