Ieri sera il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato una quarantena totale per almeno 15 giorni nell’intero paese nel tentativo di affrontare la crescente minaccia del nuovo coronavirus Covid-19. Rivolgendosi ai francesi, Macron ha usato più volte le parole “siamo in guerra”.

 

Dal mezzogiorno di oggi, il movimento è fortemente limitato per almeno i prossimi 15 giorni. Ci saranno restrizioni e limitazioni per molti versi simili a quelle in vigore in Italia da ormai una settimana. Dopo la chiusura di scuole e università, ma anche di tutti i negozi e.i servizi pubblici non essenziali, era solo questione di tempo prima che le autorità rendessero più severe le restrizioni.

 

Si stima che 35 milioni di persone abbiano assistito al discorso del presidente Macron di ieri sera. Il suo discorso ha lasciato un senso di incertezza in molti cittadini. Tuttavia, il Presidente ha assicurato che non è il momento di farsi prendere dal panico. Ecco un elenco delle principali misure imposte.

 

1. Drastiche restrizioni di movimento 

Ecco le uniche eccezioni per uscire di casa:

  • Per andare al lavoro quando il lavoro a distanza non è possibile (è necessaria un’ulteriore giustificazione, ad esempio un permesso di lavoro)
  • Per cercare aiuto medico
  • Per acquistare le provviste necessarie (cibo, prodotti per l’igiene personale, ecc.)
  • Per fare un esercizio fisico breve e individuale nelle immediate vicinanze della propria abitazione. Sono vietate le attività di gruppo
  • Per assistere un parente, una persona vulnerabile o un bambino bisognoso di cure

Il ministro dell’Interno francese Christophe Castaner ha tenuto ieri un discorso in cui ha precisato i dettagli del lockdown. Quando gli è stato chiesto di precisare cosa significa il breve esercizio fisico, ha risposto: “Se dovessi riassumere, direi che possiamo prendere un po’ d’aria fresca, ma certamente non per giocare una partita di calcio”.

 

2. Dichiarazione di spostamento obbligatoria se si va all’esterno 

Il governo francese ha fornito un esempio di dichiarazione da scaricare per i cittadini. Se non è possibile stampare la dichiarazione, le autorità accetteranno una versione scritta.

 

3. Le multe saranno inflitte se si cammina all’esterno senza autorizzazione

Gli spostamenti non autorizzati comprendono la partenza senza presentare una dichiarazione o un permesso di lavoro. La multa sarà di 38 euro fino a quando il Senato non approverà la legge che consente la multa di 135 euro.

 

4. Il lockdown deve durare almeno 15 giorni 

È saggio prepararsi più a lungo per evitare sensazioni di claustrofobia.

 

5. Ospedali, farmacie, drogherie e supermercati devono rimanere aperti

Ogni altro stabilimento sarà chiuso. I prodotti vengono regolarmente distribuiti a tutti i negozi e le farmacie, quindi non c’è motivo di farsi prendere dal panico a causa della carenza. I take-away saranno mantenuti. Non sono stati fatti annunci su quali banche, tabaccherie, edicole e distributori di benzina rimarranno aperti.

 

6. 100.000 agenti di polizia e gendarmi mobilitati, con l’esercito dispiegato in alcune città

Christophe Castaner ha detto durante la conferenza stampa: “Da stasera, ordino alle forze di sicurezza interne di preparare l’attuazione dei controlli”.

 

7. Il razionamento non è un’opzione, non c’è bisogno di farsi prendere dal panico

Il Ministro dell’Economia Bruno Le Maire ha assicurato che non ci saranno razionamenti a venire, ma ha invitato i cittadini a non farsi prendere dal panico e a non comprare più del necessario.

 

8. Lasciare il paese

Il trasporto su lunghe distanze è stato drasticamente ridotto, con i TGV e i treni interurbani toccati da oggi. Saranno mantenuti solo pochi voli internazionali verso gli Stati Uniti, le regioni di Outre-mer e l’Africa. Tutti i movimenti fuori dall’area Schengen sono stati vietati per 30 giorni. I cittadini britannici hanno il tempo di partire per tornare a casa, se lo desiderano.

 

9. Entrare nel paese

Ai cittadini francesi è stato concesso un po’ di tempo per tornare a casa. A nessun altro è permesso entrare nel paese.

 

10. Andate in ospedale solo se mostrate gravi segni di coronavirus

Ciò include gravi difficoltà respiratorie, o se si rientra nelle categorie di persone vulnerabili, come ad esempio chi soffre di patologie respiratorie o autoimmuni preesistenti. Per tutti gli altri, l’ordine è quello di chiamare il proprio medico o chiedere un consulto online, ma soprattutto non recarsi allo studio.

 

Le parti interessate nel Principato di Monaco hanno rilasciato ieri diverse dichiarazioni in seguito alla diffusione del coronavirus Covid-19. Il Principe Sovrano di Monaco Alberto II terrà un discorso ai monegaschi stasera alle 20.00.

 

[#COVID19]

Geplaatst door Gouvernement Monaco op Dinsdag 17 maart 2020