Le parti interessate nel Principato di Monaco hanno rilasciato ieri diverse dichiarazioni in seguito alla diffusione del coronavirus Covid-19 sul territorio nazionale e nei paesi vicini. Ecco i dieci principali annunci da sapere da questo lunedì 16 marzo.

 

1. Un nono caso positivo rivelato a Montecarlo

Il nono paziente è il Ministro di Stato. Serge Telle, con pochi sintomi, rimane confinato a casa sua come parte del protocollo di cura adottato dalle autorità monegasche, con un monitoraggio medico coordinato dal Centro Ospedaliero Princess Grace. Lo stato di salute del Ministro della Salute non dà motivo di preoccupazione.

Coronavirus : Le Ministre d'État de Monaco, Serge Telle, annonce les mesures adaptées

"La question qui se pose : “comment on fait ?" – Serge Telle http://bit.ly/3d0OVJV

Geplaatst door Monaco Tribune op Zaterdag 14 maart 2020

 

2. La chiusura degli asili nido

Il Governo del Principe ha deciso di chiudere temporaneamente, fino a nuovo ordine, asili e scuole. Se non possono beneficiare del lavoro a distanza, i genitori interessati possono beneficiare di un congedo di malattia indennizzato, a condizione che l’altro genitore non si trovi in una posizione di disoccupazione totale temporanea.

 

3. Una busta per prevenire i fallimenti

Jean Castellini, Consigliere del Governo e Ministro delle Finanze e dell’Economia, ha annunciato il rilascio di una busta di 50 milioni di euro sotto forma di controgaranzia dello Stato alle banche contattate dalle imprese in difficoltà. Le misure già decretate sono: il differimento di due mesi del pagamento dell’IVA, la disoccupazione temporanea agevolata parziale o totale, i sussidi per i prestiti bancari o i prestiti a tasso zero concessi dalle banche, i cui interessi saranno pagati dallo Stato, e l’istituzione di un fondo di garanzia per i prestiti concessi, che passa dal 65% al 100%.

 

4. Divieto di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

Nei pazienti affetti da COVID-19 sono stati segnalati gravi eventi avversi legati all’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Il governo di Monaco ha ricordato che il trattamento della febbre o del dolore mal tollerato nell’ambito del COVID-19 o di qualsiasi altra virosi respiratoria si basa sul paracetamolo, senza superare la dose di 60 mg/kg/giorno e 3 g/giorno. I FANS dovrebbero essere evitati.

 

5. L’implementazione del telelavoro

Il Governo del Principe ha raccomandato l’introduzione del telelavoro per consentire il proseguimento delle attività economiche e per soddisfare le esigenze di assistenza all’infanzia. Per i pendolari, si tratta di una risposta coerente al graduale rallentamento dell’offerta di trasporto pubblico, in particolare del trasporto ferroviario (SNCF e Thello).

 

6. I mercati rimangono aperti, ma la distanza deve essere rispettata!

La Mairie de Monaco  ha ricordato che i mercati della Condamine e di Montecarlo restano aperti. D’altra parte, il servizio di ristorazione in loco è ancora sospeso. I monegaschi sono chiamati a dare priorità agli ordini telefonici e alla consegna a domicilio di generi alimentari. La Mairie ha pubblicato anche i dati di contatto dei negozianti che sono a disposizione dei monegaschi per prendere le loro ordinazioni. Il servizio di consegna della Mairie si occuperà di consegnare gratuitamente la spesa a domicilio (solo per il Principato). La Mairie ha ricordato l’importanza di rispettare una distanza di 1,5 metri tra le persone quando si cammina.

[Info #Covid19] Nous vous rappelons que les Marchés de la Condamine et de Monte-Carlo sont ouverts mais que le service…

Geplaatst door Mairie de Monaco op Maandag 16 maart 2020

 

7. Diversi siti comunali sono ora chiusi al pubblico

La Mairie di Monaco ha sottolineato che la maggior parte dei siti comunali sono ormai chiusi al pubblico. In particolare:

  • Tutti i vivai comunali
  • Parco della Principessa Antonietta
  • Giardino esotico
  • Piscina di Saint-Charles
  • Hercules Fitness Club
  • Mediateca di Monaco – Biblioteca Louis Notari, Biblioteca Caroline – Biblioteca dei giocattoli e videoteca – Biblioteca del suono José Notari
  • Accademia Rainier III
  • Scuola Superiore di Arti Plastiche – Padiglione Bosio
  • Espace Léo Ferré
  • A Casa d’i Soci – La Casa delle Associazioni
  • Stadio Moneghetti
  • Palestre della Principessa Stephanie
  • Ristorante Senior A Pignata
  • Le Club le Temps de Vivre

Inoltre, diversi eventi sono stati cancellati:

  • Concerto di San Patrizio – Giardino esotico di Monaco
  • Concerto di musica antica degli studenti dell’Académie Rainier III – Chiesa di Sainte-Dévote
  • Raccolta ” Monaco si impegna contro lo spreco di scarpe da ginnastica e accessori “.
  • Animazioni proposte dalla Mediateca di Monaco durante il mese di marzo

 

8. Il Monaco sospende gli allenamenti e chiude la sede

Il Monaco ha sospeso le sessioni di allenamento della squadra professionistica e ha dato un programma di allenamento personalizzato per ogni giocatore. Inoltre, i locali del Centro di formazione La Turbie e dello Stade Louis-II rimarranno chiusi fino a nuovo avviso. Anche la boutique ufficiale situata sulla Promenade Honoré II a Monaco è ora chiusa.

 

9. Il Consiglio Nazionale di Monaco sta elaborando delle proposte in risposta alla crisi sanitaria

I rappresentanti eletti dei monegaschi si sono uniti in questo periodo di crisi e insieme hanno elaborato diverse proposte per affrontare COVID-19. Il Consiglio Nazionale di Monaco ha chiesto la creazione di un’unità di crisi che dovrebbe essere composta dal Ministro di Stato, da tre Consiglieri di Governo, da un rappresentante del mondo medico monegasco, dal Direttore del Centro Ospedaliero Princess Grace, da un rappresentante del Consiglio Nazionale, ma anche dalla Marie de Monaco. Questa unità di crisi deve comunicare “in modo unitario per le decisioni essenziali, con una sola voce”, secondo il presidente del Consiglio Stéphane Valérie.

 

10. Nessun accesso al Palazzo di Giustizia

Il Palazzo di Giustizia di Monaco sarà chiuso al pubblico e tutte le udienze saranno sospese, salvo casi urgenti, a seguito della decisione di Robert Gelli, Direttore dei Servizi Giudiziari del Principato. Si terranno solo udienze di natura essenziale, come quelle relative alla detenzione o, in materia civile, per proteggere un minore o una persona vittima di violenza domestica”, ha detto il Direttore dei Servizi Giudiziari. Il periodo iniziale di un mese può essere rinnovato a seconda dell’evoluzione dell’epidemia di coronavirus.