In questo periodo di pandemia, è difficile poter fare progetti. Che sia una festa di laurea, un matrimonio o un evento pubblico, quando si tratta di riunire troppe persone il Covid-19 si mette in mezzo.

Gli eventi del Principato sono stati posticipati uno dopo l’altro. Dopo il rinvio a settembre 2021 del salone dell’automobile Top Marques, le brutte sorprese continuano. Vista la diffusione del virus e la scarsa visibilità, Monaco Mediax ha deciso di sospendere l’organizzazione del convegno Sportel Winter, che si sarebbe dovuto tenere a Monaco dal 22 al 24 febbraio.

Anche se l’arrivo del vaccino fa sperare in un futuro migliore, per i professionisti dell’industria dello sport è ancora impossibile viaggiare e incontrarsi. Ciononostante, “Sportel Monaco tornerà dal 5 al 7 ottobre per riunire la comunità dello sport business così da ricostruire e rilanciare l’industria”.

Quando ho rinviato Sportel Monaco a febbraio 2021 mi sentivo piuttosto ottimista, ma oggi devo arrendermi all’evidenza. Non possiamo organizzare un evento internazionale nella situazione attuale.

Laurent Puons, Vicepresidente delegato di Monaco Mediax

Gli eventi primaverili resistono

Tuttavia, occorre constatare che alcune programmazioni culturali restano ancora invariate. È per esempio il caso del Festival di primavera delle arti di Monte-Carlo, previsto dall’11 marzo all’11 aprile e presieduto dalla Principessa di Hannover. Lo stesso vale per i Rolex Monte-Carlo Masters confermati nelle date originarie dal 10 al 18 aprile, e per il salone artmonte-carlo che si dovrebbe tenere dal 28 aprile al 2 maggio.

Alcuni eventi però non sono riusciti a sopravvivere. È il caso del 24° Rally storico di Monte-Carlo. Date le ulteriori misure restrittive entrate in vigore, il club automobilistico di Monaco si è visto costretto ad annullare l’evento previsto dal 30 gennaio al 3 febbraio.