Il Governo monegasco ha annunciato la proroga del decreto attualmente in vigore fino al 16 marzo 2021. Alcune misure, tuttavia, saranno più leggere.

Ora che il virus comincia a rallentare, il Principato inizia pian piano a riprendere vita. Ma il Governo ricorda che “questo rallentamento è molto meno rapido rispetto a quello dell’autunno scorso, quindi bisogna fare attenzione”. C’è da dire che il tasso d’incidenza non diminuisce in maniera costante: si è ridotto di un terzo in un mese, ma è risalito a 86,05 la settimana scorsa, nonostante avesse raggiunto il 62,5 dal 12 al 18 aprile. Per quanto riguarda le vaccinazioni, 13.289 persone, ovvero il 34,65% della popolazione monegasca, hanno ricevuto la prima dose del vaccino.

Il coprifuoco dalle 21:00 alle 6:00 sarà ancora in vigore per altre due settimane, e lo stesso vale per lo smart working. Ciononostante, a partire da lunedì 3 maggio, Monaco allenterà ancora un po’ la presa.

Nuove regole per le attività sportive e i ristoranti

Da questo lunedì, i residenti, chi lavora nel Principato e gli ospiti degli hotel potranno fare colazione al bar. Invece, solo i residenti e chi soggiorna in hotel potrà cenare al ristorante fino alle 22:00. Inoltre, sarà possibile ricominciare a praticare sport all’interno con misure sanitarie molto severe e lo spazio per cliente all’interno dei negozi passerà da 6 m2 a 4 m2. La mascherina continuerà a essere obbligatoria, così come il rispetto delle altre misure di protezione.

In occasione del prossimo Comitato congiunto di monitoraggio, si discuterà della riapertura delle piscine e della ripresa del servizio pomeridiano per i bar. Queste misure saranno ancora una volte promosse dal Consiglio Nazionale.

Per saperne di più: covid19.mc