Dal cuore di Monte-Carlo, frenetico e alla moda, fino alle spiagge idilliache di Roquebrune-Cap-Martin e Cap d’Ail. Vi presentiamo cinque ristoranti, stabili e pop-up, che vi lasceranno a bocca aperta quest’estate, in un giro del mondo culinario dalla Grecia al Libano.

1. L’Odyssey, sempre in voga

“Con le palme, le cascate di glicine bianco e il leggero profumo di gelsomino, l’Odyssey e il suo giardino sono una vera oasi in centro città”, riassume Laurence Shukor, Direttrice dell’ufficio stampa e pubbliche relazioni dell’Hotel Métropole Monte-Carlo.

Dal 10 giugno, il lounge bar e il ristorante, solitamente riservati solo ai clienti dell’hotel, hanno riaperto le porte al grande pubblico nelle sere d’estate.

Sorseggiate un Cucumber martini circondati da un arredamento haute couture, pensato dal celebre stilista Karl Lagerfeld, dall’incredibile piscina e dal murale artistico lungo 20 metri che riproduce il viaggio di Ulisse. “Un indirizzo riservato che di solito si scopre con il passa parola”, confessa Laurence Shukor.

Entrate subito in questo universo di alta moda!

Travel Club Monaco
L’Odyssey dell’Hotel Métropole Monte-Carlo / © L. Galaup

2. Le Cabanon: cenare con il rumore delle onde

Nascosto ai piedi della scogliera della spiaggia di Buse, questa vera e propria oasi di pace a Roquebrune-Cap-Martin è l’ideale per rilassarsi. Al ritmo della dolce melodia delle onde, potrete gustare qualche tapas di fronte a uno splendido tramonto, per poi proseguire la cena in un susseguirsi di sapori piemontesi e liguri.

“Negli anni ’50, la spiaggia ospitava una casa di pescatori e le loro barche”, ricorda Gilles, che ha preso in gestione Le Cabanon nel 2017 con suo fratello Thomas e l’amico Philippe. Tagliolini all’aragosta, stoccafisso alla genovese e gnocchi ai gamberi, sono alcuni dei piatti che lo chef Silvio prepara in questo splendido paesaggio da sogno.

Maggiori informazioni su plagedubuse.com

Le Cabanon sulla spiaggia di Buse / © Loic Malavard

>> LEGGI ANCHE: La cucina “zero scarti” arriva al Monte-Carlo Beach

3. Il Naos Beach: in viaggio verso la Grecia

Con gli ombrelloni intrecciati, la pergola adornata da delicati pompon bianchi e il suo universo rinfrescante, il Naos Beach invita a vivere un momento di evasione sulla Plage Marquet, nella baia di Cap d’Ail. Il menù? Sapori mediterranei d’ispirazione greca.

“I nostri clienti vanno pazzi per il polpo marinato cotto al forno a legna”, spiega Sophie Begoin, manager del locale, particolarmente attenta al benessere dei suoi clienti e a preservare lo spirito zen del ristorante.

Prenotate subito il vostro tavolo: www.naosbeach.com

Audrey Portier, Sophie Begoin e Benjamin Behar attenti al benessere della clientela del Naos Beach, a Cap d’Ail / © Alizée Mosconi

4. Mezze Kitchen, un pop-up libanese

Un piatto di hummus, un fatteh di gamberetti e una porzione di Musakhan: quest’estate, i sapori libanesi vi aspettano! Mezze Kitchen, l’ultimo pop-up di Monaco, vi accoglie nel suo universo minimal in Rue du Portier, nel quartiere del Larvotto.

Voglia di evasione? Appuntamento su mezze-kitchen.com

Mezze Kitchen, un pop-up libanese nel quartiere del Larvotto di Monaco / © Fabbio Galatioto

5. L’Eden Plage Mala, una parentesi indonesiana

Si intravede già dal litorale di Cap d’Ail, incastonato sulla spiaggia della Mala, di fronte a uno scenario paradisiaco con vista sulla penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat.

Splendida vista sulla penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat / © Alizée Mosconi

Con le lanterne in legno e le piante tropicali, l’Eden Plage Mala dà una nota esotica a questo incantevole lido del Mediterraneo, dove l’atmosfera balinese fa da padrona.

Per saperne di più: edenplagemala.com

Noor, cameriera all’Eden Plage Mala, accoglie i visitatori in questo splendido scenario / © Alizée Mosconi

>> LEGGI ANCHE: Dai superfood alle illusioni culinarie: quando il cibo lascia senza parole