Il gruppo Monte-Carlo Société des Bains de Mer si prepara ad accogliere una nuova chef nelle cucine del ristorante stellato Elsa: Manon Fleury, pioniera della cucina “zero sprechi” e impegnata nella valorizzazione della cucina locale. A partire da venerdì 28 maggio, potrete degustare uno dei menù più rispettosi dell’ambiente!

Sformato di verdure, orata cotta in foglia di fico e gelée di fiori di cappuccina: la Chef Manon Fleury è pronta a sublimare le materie prime mediterranee nella cucina del Monte-Carlo Beach. La frutta e la verdura saranno raccolte per lo più in prossimità di Monaco, come al Jardin des Antipodes, a Mentone, e più vicino ancora, nel Domaine d’Agerbol, sulle colline di Roquebrune-Cap-Martin.

Dalle foglie ai baccelli: niente si butta, tutto si trasforma

Dopo un inizio di carriera in prestigiosi ristoranti parigini e newyorchesi, questa settimana, Manon Fleury si unirà alla cucina del ristorante Elsa, che promuove pietanze biologiche e la pesca selvatica. “So che la mia cucina, ancorata al territorio e consapevole dal punto di vista ecologico, qui potrà farsi strada e che la nostra collaborazione rinforzerà le convinzioni e l’impegno che condividiamo”, ha ricordato Manon Fleury, in un recente comunicato stampa. “È anche un riconoscimento al lavoro svolto, che potrà essere d’ispirazione per altre donne per realizzare i loro progetti e avere accesso alle più alte responsabilità”.

L’obiettivo è una cucina “zero sprechi”, l’arte nel non buttare nulla e trasformare le bucce, i baccelli o le foglie in elementi indispensabili per un piatto di alta qualità. Una sfida che dà libero sfogo alla creatività, rivoluziona la gastronomia per concepire l’ambiente, gli esseri viventi e le future sfide alimentari mondiali in un modo nuovo.