La consegna di generi alimentari è uno degli argomenti che desta non pochi dubbi tra gli abitanti di Monaco.

Alcuni abitanti del Principato sono rimasti stupefatti quando, a inizio novembre, non sono riusciti ad accedere al servizio a domicilio di Carrefour. “Sono anziana e ho un handicap, quindi uso molto internet…” si lamenta un’utente del gruppo Facebook Aiuto e solidarietà tra i residenti di Monaco (Aide et solidarité entre les résidents de Monaco). Monaco Tribune ha deciso, quindi, di contattare un’assistente alla direzione di Carrefour Monaco, Dominique Martin, che è rimasta piuttosto stupita: “il servizio di consegna a domicilio funziona tutti i giorni, ormai da anni. Non c’è stato alcun cambiamento”.

Per essere precisi, però, il servizio è disponibile in negozio, come sottolinea Dominique: “passano alla cassa e chiedono la consegna a domicilio, funziona così da sempre”. Il problema però è che potrebbe essere piuttosto impegnativo per le persone con mobilità ridotta.

LEGGI ANCHE: TRANSIZIONI. Il digitale ha semplificato la vita nel Principato?

Verdure fresche proprio dietro la porta

Chi fa la spesa online su carrefour.fr può tirare un sospiro di sollievo: il servizio, infatti, continua a essere attivo e non c’è alcun problema nel farsi consegnare la spesa Monaco.  L’importo minimo è di 50 euro, a cui dovrete aggiungere 8 euro di costi di consegna. Se superate i 150 euro di spesa, la consegna è gratuita.

Ma il Carrefour non è l’unica soluzione, ci sono diverse alternative. Potete ordinare la spesa sul sito dell’Auchan senza alcun importo minimo. Il supermercato applica una tariffa al ribasso per le spese di consegna: parte da 20 euro, per una spesa pari a 50 euro, per poi scendere a 5 euro, per una spesa superiore a 50 euro.

Anche Houra, primo supermercato online nato nel 2000 e filiale del gruppo belga Louis Delhaize, effettua consegne nel Principato. Per un importo minimo di 75 euro, basteranno 9,90 euro per avere la spesa consegnata a casa. I costi si azzerano per importi superiori a 150 euro.

Per chi è abituato ad acquistare prodotti da agricoltura biologica, il negozio Solis Bio alla Condamine consegna gratuitamente e senza alcun importo minimo. Avete a disposizione due opzioni: fare la spesa in negozio e farvela consegnare a casa, o mandare l’ordine via e-mail.

Infine, per chi ama il km 0, le Primeur du chef al mercato di Monte-Carlo consegna frutta e verdura fresca a domicilio. I prezzi sono alti, ma la consegna è gratuita, non necessita di alcun importo minimo ed è possibile ordinare online.

Il mercato della Condamine © Monaco Tribune

Un solo punto di consegna e ritiro pacchi

“È un peccato, ahimè, non avere più Mondial Relay a Monaco…” scrive un’altra utente nel gruppo Facebook. In effetti, oggi i cittadini di Monaco possono contare su un solo punto di consegna e ritiro pacchi, si tratta di Relais Colis, nel centro commerciale di Fontvieille. Per avere più scelta, bisogna spostarsi a Beausoleil, dove trovate, per esempio, Proxi, sull’Avenue Saint Roman, o il negozio Fruits et Légumes sul Boulevard de la République.

Esistono anche alternative locali, come DouxVillage. Moda, sport, prodotti di bellezza… la piattaforma di shopping online riunisce 29 negozi partner che offrono una vasta gamma di prodotti. DouxVillage offre la consegna rapida su Monaco a un costo di 5 euro, e se l’ordine viene effettuato entro le 11:00, il pacco sarà consegnato in giornata.

Anche Carlo Market, altro fiore all’occhiello monegasco, se la cava più che bene. Oggi, il servizio online offre circa una ventina di negozi, alcuni consegnano a domicilio, mentre altri accettano solo il ritiro in negozio. Grazie all’app Carlo, diventata ormai indispensabile nel Principato, il 7% del prezzo d’acquisto viene sempre reimmesso nell’economia locale.

Gli amanti dei gadget e gli eterni ritardatari nella corsa ai regali di Natale possono contare sul colosso Amazon. Oltre a consegnare a domicilio, l’azienda ha installato gli Amazon Hub Locker nella stazione di Monaco Monte-Carlo, uno spazio pensato per ritirare i pacchi depositati negli armadietti. Ma, a essere sinceri, cosa c’è di meglio di un regalo del leggendario Bazar Pico?

Amazon Lockers, consentono di ritiare i pacchi in arrivo da Amazon.fr © Direzione della Comunicazione / Stéphane Danna