Pubblicità »
Analisi

TRANSIZIONI. Il digitale ha semplificato la vita nel Principato?

monaco trasporti
Governo del Principe

In questa nuova serie di articoli, Monaco Tribune esamina le varie transizioni in corso nel Principato, nei settori della tecnologia digitale, dell’energia e dei trasporti e il loro impatto sui cittadini. Questo primo articolo è dedicato ai teleservizi.

Largo al digitale! Da diversi mesi, il Principato sta cercando di semplificare le procedure amministrative aumentando il numero di servizi online. Dopo l’implementazione della rete 5G e della fibra, Monaco ha iniziato a sviluppare anche i suoi teleservizi.

Pubblicità

Nel campo dei trasporti, per esempio, l’applicazione Monapass permette ora di comprare i biglietti dell’autobus online e di convalidarli con un codice QR direttamente sul telefono. Monaco Parkings e Your Monaco, invece, semplificano la vita degli automobilisti indicando i parcheggi disponibili e i tempi di percorrenza.

Questa rivoluzione digitale sta interessando anche il campo medico: tramite l’applicazione Monaco Santé i pazienti possono prendere appuntamento con il loro dottore.

Pubblicità »

Infine, le procedure amministrative dovrebbero essere ormai semplificate, grazie all’identità digitale e al recente lancio di Monguichet.mc.

Qualche aggiustamento da fare

Rispetto a questa valanga di nuovi servizi, gli utenti la pensano in modo diverso. Alcuni sono entusiasti, soprattutto dell’applicazione Monapass: “La uso tutti i giorni! Non devo più avere una carta e aprire il portafoglio”, afferma un utente in un messaggio privato.

Un altro utente ha aggiunto: “È super facile e tutti i servizi sono eccellenti”. Mentre, un altro ancora conferma di essere soddisfatto del sistema, “davvero pratico”.

Pubblicità »

Altri, tuttavia, hanno segnalato alcuni problemi e qualche bug da correggere. Sulla nostra pagina Facebook, Serena si lamenta perché l’applicazione Monapass, nonostante sia facilissima da usare per comprare i biglietti, è troppo macchinosa per convalidarli con il QR Code.

mobee-monaco
Mobee / © Governo del Principe

Julien Dejanovic, direttore dei servizi digitali, è a conoscenza del problema. “È difficile prenderci la mano: il codice QR deve stare lontano dal lettore. Mostreremo dei video sugli autobus e realizzeremo delle campagne per far comprendere agli utenti come funziona il sistema”.

Pubblicità »

Dal canto suo, Valérie, una delle nostre lettrici, spera in qualche miglioramento: “È fantastico! Ma funziona bene solo con Monaco Telecom, mentre Mobee e Monapass dovrebbero essere più flessibili con altri operatori come Orange, Free, SFR, Bouygues, ecc.

A tal proposito, Christophe Pierre, direttore del Dipartimento piattaforme e risorse digitali, risponde: “Il governo monegasco è ben consapevole della questione della copertura di rete riscontrata dagli utenti con abbonamenti di terzi. Stiamo attualmente riflettendo per proporre soluzioni a medio termine”.

Tutto ciò che può essere fatto digitalmente può anche essere fatto in modo più tradizionale

Pubblicità »
Julien Dejanovic, Direttore dei servizi digitali

>> LEGGI ANCHE: Corse in aumento sulla linea 3 degli autobus?

Un problema per gli anziani?

Mentre tutti questi dettagli sono risolvibili, per gli utenti più anziani questa rivoluzione digitale sembra essere problematica:”Noi anziani, e siamo in molti a Monaco, non possiamo usufruire di tutti questi nuovi servizi digitali. Proprio ieri, all’ufficio postale non sono riuscita a inviare alcuni pacchi ai miei nipoti che vivono in Canada. Devo fare tutto online… se non ci riesco, niente più pacchi…” ha commentato un’utente.

Julien Dejanovic rassicura: “Da un lato, la tecnologia digitale non è un’imposizione: tutto ciò che può essere fatto digitalmente può anche essere fatto in modo più tradizionale(…) Offriamo anche assistenza da parte di centralinisti al 98 98 95 99, in modo che chiunque incontri difficoltà possa essere aiutato. In parallelo, realizzeremo azioni concrete per aiutare tutte quelle persone che non hanno una particolare predisposizione per la tecnologia, specialmente i nostri anziani”.

Il Direttore dei servizi digitali ha inoltre aggiunto che il Principato implementerà presto nuovi servizi. Per esempio, le domande per la richiesta di alloggio dovrebbero poter essere effettuate online entro la fine di dicembre. Il Governo sta anche progettando di creare un portadocumenti virtuale, oltre a un servizio in cui gli utenti che lo desiderano potranno registrare le loro procedure solo una volta perché siano prese in considerazione da diversi servizi amministrativi.

>> LEGGI ANCHE: Come la realtà virtuale cambierà presto la nostra vita