Come di consueto, ogni quindici giorni il Governo monegasco annuncia le nuove misure sanitarie. Quelle che entrano in vigore dal 31 maggio prevedono ulteriori alleggerimenti.

Nonostante i numeri della pandemia continuino a scendere, il Principato si muove con prudenza. “Per quanto riguarda i ristoranti, valuteremo un’eventuale estensione nei prossimi quindici giorni. Ma siamo cauti, perché ricordiamo tutti cosa è successo a dicembre”, ha dichiarato il ministro di Stato, Pierre Dartout.

Per evitare che i clienti dei paesi vicini possano prendere d’assalto le strutture monegasche, il Governo ha preferito limitare l’accesso nei ristoranti ai residenti, ai lavoratori e agli ospiti degli hotel. L’unica piccola eccezione riguarda i soci di club o hotel e i giocatori del Casinò.

Previsti ulteriori allentamenti

Oltre alla questione ristoranti, ricordiamo che il coprifuoco passerà dalle 22:00 alle 23:00 e lo smart working continuerà a essere obbligatorio fino al 13 giugno incluso. Per quanto riguarda sale e congressi, la capienza massima consentita è del 70% di occupazione, rispettando il limite massimo di 1.000 persone. Tuttavia, sarà possibile una deroga presentando un protocollo sanitario specifico. Gli assembramenti consentiti all’aperto, invece, passano da sei a dieci persone.

Per maggiori informazioni: covid19.mc

Travel Club Monaco