Da giovedì il governo ha reintrodotto alcune misure a sostegno dell’economia e dell’occupazione.

L’obiettivo è quello di aiutare i settori più colpiti dalla crisi sanitaria. Fino alla fine del mese di febbraio, l’industria degli eventi, del turismo, della ristorazione e anche alcuni negozi potranno beneficiare di quelle misure già attuate in precedenza.

  • I sussidi per contrastare la disoccupazione (Chômage Total Temporaire Renforcé) tornano alle stesse condizioni di prima. Per poterli richiedere, i settori interessati dovranno aver subito una perdita del 30% del fatturato rispetto allo stesso periodo nel 2019.
  • L’esonero parziale dai contributi del datore di lavoro è stato riattivato per chi, nel mese di gennaio, ha subito un calo del fatturato (che deve essere inferiore a cinque milioni di euro) di almeno il 20% rispetto allo stesso periodo nel 2020. Viene mantenuto l’impegno a non licenziare i dipendenti per un anno (eccetto per fatti gravi o imprevisti).
  • Infine, la “Cellule Covid19 Entreprises” (Unità Covid19 per le aziende) ricontatterà le imprese che hanno usufruito dell’aiuto della Commissione per il sostegno alla ripresa economica nel 2021, per fare il punto della situazione. Le aziende dovranno dimostrare di aver subito un calo del fatturato del 40% nel gennaio 2022 rispetto al gennaio 2020.