Christophe Robino prende il posto di Didier Gamerdinger, in carica dal 2017.

C’è aria di cambiamento all’interno del Governo del Principe. Dietro decisione del Principe Alberto II, il Dottor Christophe Robino, specialista in Nefrologia e Rianimazione e attuale primario del reparto presso il Centro Ospedaliero Princesse Grace, a partire dal 20 aprile ricoprirà la carica di Consigliere di Governo – Ministro delle Politiche Sociali e della Salute.

Prende il posto di Didier Gamerdinger, in carica dal 2017, che il Principe “ringrazia calorosamente per la sua dedizione a capo del Dipartimento delle Politiche sociali e della Salute” e che ha dimostrato “per oltre due anni un coinvolgimento particolarmente esemplare per rispondere all’emergenza sanitaria senza precedenti che ha colpito il Principato e il mondo”. Nel comunicato del Palazzo del Principe si legge anche che Didier Gamerdinger sarà presto chiamato ad altre funzioni.

LEGGI ANCHE: Sylvie Petit-Leclair nominata Segretario di Stato alla giustizia a Monaco

Christophe Robino è stato inoltre Vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Monaco e membro del Consiglio nazionale dal 2013, prima alla Commissione per l’istruzione, la gioventù e lo sport, e poi come Presidente della Commissione degli Interessi sociali e affari vari.

Ha anche preso parte al voto e all’elaborazione di diversi testi di legge di rilievo, come quelli relativi all’accessibilità delle strutture, per rafforzare l’autonomia, i diritti e le libertà delle persone disabili, o quelli che vertono sulla gestione concordata dell’orario di lavoro.

In un comunicato, il presidente e i deputati del Consiglio nazionale si sono quindi congratulati con lui per questa nomina, ringraziandolo per il suo impegno. “Durante tutto il periodo dell’emergenza sanitaria, Christophe Robino ha partecipato, all’interno della delegazione del Consiglio Nazionale, in modo attivo e responsabile alle numerose riunioni dei Comitati congiunti per il monitoraggio del Covid-19, mettendo la sua esperienza di medico al servizio delle sfide sul campo. Tutti i membri del Consiglio Nazionale gli augurano di riuscire al meglio nelle sue nuove funzioni”.