Un nuovo report di Pwc e Ubs ha evidenziato che la ricchezza dei miliardari del pianeta è aumentata del 27% durante la pandemia, toccando i 10 trilioni di dollari.

Da aprile a luglio 2020, la ricchezza dei 2.189 miliardari del pianeta è aumentata del 27%, arrivando a toccare il valore complessivo di 10,2 trilioni di dollari: lo ha evidenziato il risultato del report Riding The Storm: Market Turbulence Accelerates Diverging Fortunes. “È un periodo di cambiamenti repentini, ed è quello che si riflette nel patrimonio di questi miliardari”, ha commentato la Ubs. Il report evidenzia un aumento pari a 1,3 trilioni di dollari rispetto al 2017, quando la ricchezza complessiva dei miliardari del pianeta raggiungeva gli 8,9 trilioni.

Gli investitori e gli imprenditori del settore tech hanno tratto parecchio vantaggio dalla pandemia. La loro ricchezza è aumentata rispettivamente del 41% e del 44%. La persona più ricca del pianeta, il fondatore di Amazon Jeff Besos, quest’anno ha visto il suo patrimonio toccare i 74 miliardi di dollari.

Il terzo contribuente più ricco del Regno Unito si trasferisce a Monaco

L’assenza di un’imposta sul reddito a Monaco fa gola agli uomini più ricchi del mondo. Tra i miliardari più famosi di Monaco citiamo Sir Philip Green, il proprietario di Topshop, e i fratelli Barclays. Secondo il Knight Frank Wealth Report del 2019, il Principato ospiterebbe oltre 12.000 milionari su una popolazione complessiva di 38.000 persone.

Di recente, Jim Ratcliffe, l’uomo più ricco del Regno Unito e magnate petrolchimico, ha annunciato il suo trasferimento a Montecarlo. Secondo la classifica dei miliardari di Bloomberg, il patrimonio di Ratcliffe è aumentato da 9,5 miliardi di sterline a gennaio 2019, a 17,5 miliardi oggi. Prima di partire per il Principato, Ratcliffe era il terzo contribuente fiscale del Regno Unito.