Il gruppo immobiliare Fondimmo, diretto da Paolo Celi, ha annunciato l’apertura di un complesso alberghiero di lusso nel 2025. Progettato dagli architetti Massimiliano e Doriana Fuksas, il Kempinski sorgerà a Cap d’Ail, a due passi da Monaco.

Sarà meglio armarsi di pazienza, perché i tempi di attesa sono lunghi: il progetto avviato dalla Fondimmo verrà completato nel 2025 e aspira a diventare “un punto di riferimento e un’icona tra gli hotel di lusso a livello nazionale e internazionale”. La concorrenza sulla Costa Azzurra non manca, ma il gruppo immobiliare farà di tutto per eclissarla. Vincitrice del concorso lanciato dalla SNCF, la proposta di Fondimmo e Fuksas, noti architetti italiani, comincia a fare scalpore, attirando l’attenzione di Xavier Beck, sindaco di Cap d’Ail e vicepresidente del progetto Métropole Nice Côte d’Azur.

Un’architettura contemporanea ed ecosostenibile

“Il nostro obiettivo è creare un edificio che rispetti la morfologia del terreno e sia completamente integrato nel paesaggio circostante, valorizzandolo senza alterarne le caratteristiche”, spiegano Massimiliano e Doriana Fuksas. La coppia è nota per aver progettato capolavori di architettura contemporanea come l’Aeroporto Internazionale Shenzhen Bao’An e la Fiera Milano, nell’omonima città.

Con una superficie di oltre 12.000 m², il resort conterà 130 camere e suite, tutte affacciate sul Mediterraneo. A disposizione degli ospiti, ci saranno anche diversi bar e ristoranti, una piscina panoramica e una grande spa. Chi viaggia per lavoro avrà a disposizione diverse sale riunioni e ricevimenti.

I comfort di certo non mancheranno, e a noi è già venuta voglia di preparare le valigie. Con cinque anni di anticipo.

Traduzione a cura di Valentina Alia