Il 16 febbraio, la Sicurezza Pubblica ha presentato i dati tanto attesi sulla criminalità. Il bilancio e le statistiche 2020 si confermano piuttosto positive.

Il Principato ha la reputazione di essere uno dei paesi migliori per la qualità della vita. Una fama ben meritata, visto che secondo gli ultimi dati della Direzione della Sicurezza pubblica di Monaco, la delinquenza è diminuita del 19%. Fortunatamente la crisi sanitaria non ha peggiorato la situazione, anzi tutto il contrario. La polizia monegasca è stata molto vigile durante questo periodo per assicurarsi il rispetto delle misure sanitarie. Da marzo 2020, sono stati effettuati 24.415 controlli e 5.116 multe. Secondo Richard Marangoni, Direttore della Sicurezza pubblica, tra il lockdown e il coprifuoco, la criminalità ha probabilmente subito una battuta d’arresto, anche se i controlli sono raddoppiati.

Tra i dati più significativi, vediamo un calo del 100% nei furti di veicoli leggeri rispetto al 2019, o ancora un calo degli scippi del 75%. I residenti monegaschi possono quindi continuare a dormire sonni tranquilli.

Certo, le misure contro la diffusione del coronavirus hanno fatto la loro parte. Ma non solo. C’è stata anche una forte presenza sulla strada pubblica e alcuni casi importanti

Richard Marangoni, Direttore della Sicurezza Pubblica

Furti: -20%

Scippi: -75%

Travel Club Monaco

Guida in stato d’ebrezza: -32%

Ubriachezza molesta/in pubblico: -54%

Furto di veicoli leggeri: -100%

Reati legati alla droga: +17%


Aumento dei reati legati agli stupefacenti

L’unica macchia nera di questo bilancio? I reati legati alle sostanze stupefacenti. Una piaga che non risparmia il Principato, registrando un aumento del 17% rispetto all’anno passato. Secondo quanto dichiarato da Richard Marangoni ai microfoni di Monaco Info, questo dato dimostra “una maggiore efficienza della polizia giudiziaria”.

Novità per il 2021?

Quest’anno, la priorità della Sicurezza Pubblica continua a essere l’assistenza ai soggetti più vulnerabili. Sono stati presentati anche altri progetti importanti, soprattutto l’istituzione dell’Unità drone e della lotta contro i droni, il lancio di un sito internet e, tra le altre iniziative, anche la creazione di un nuovo Comitato nell’ambito del progetto “Monaco a safe city”.