Ormai da quasi un anno, la crisi sanitaria sta mettendo a dura prova alcuni rami dell’economia del Principato. Il governo ha deciso così di incrementare il sostegno economico nei confronti dei settori più colpiti.

Venerdì scorso, il Ministro delle finanze e dell’economia, Jean Castellini, ha annunciato che il Governo del principe sosterrà fin da subito i settori più colpiti dalla crisi causata dal Covid-19. Sono stati stanziati quasi 150 milioni di euro per sostenere a lungo termine le aziende che necessitano di una rinascita economica. Tra i settori interessati troviamo gelaterie, ristoranti, bar, palestre, oltre ai professionisti del turismo e del settore degli eventi.

>> LEGGI ANCHE: Monaco: nessun lockdown nel fine settimana, si intensificano i controlli

Indennità speciali ed estensione della durata dei prestiti

“Sono misure pensate per il lungo termine”, ha ricordato di recente Jean Castellini ai microfoni di Monaco Info, precisando che nel Principato è possibile mettere in atto procedure “su misura”. “La priorità è quella di sostenere chi continua a soffrire di più, penso per esempio alle attività che sono soggette a chiusure amministrative da diversi mesi”, prosegue.

Tra le diverse misure messe in atto, una è quella di ridurre al 40% la soglia di ammissibilità di perdita del fatturato a quelle imprese che hanno beneficiato dei sussidi del governo nel 2020 e nel 2021. Alcuni attori economici particolarmente colpiti dalla crisi sanitaria potranno anche ricevere un’indennità speciale. La durata dei rimborsi dei prestiti da parte dello Stato, invece, sarà prolungata: i prestiti potranno ormai avere una durata massima di 84 mesi, di cui 24 di preammortamento.